ROMATEATROFESTIVAL – IX EDIZIONE

Giunto alla IX Edizione, il ROMATEATROFESTIVAL è l’unica Manifestazione Internazionale Italiana rivolta alle Accademie e Scuole Professionali dello Spettacolo che vogliono portare in scena uno spettacolo curato dagli allievi-attori con la supervisione della scuola stessa.

Il Festival si rivolge ai giovani allievi-attori che, a costo di molti sacrifici, perfezionano il loro talento frequentando Scuole ed Accademie di formazione Teatrale. Avvicinando alle nuove generazioni di attori le nuove generazioni di pubblico, il Festival fornisce ai giovani artisti un’ampia vetrina in cui confrontarsi ed avere visibilità, dando loro un assaggio del Mondo dello Spettacolo esterno alle scuole d’arte; ‘assaggio’ che sarà loro utile quando verrà il momento di fare del proprio mestiere un vero e proprio lavoro.

Il Festival si rivolge inoltre agli insegnanti della didattica dello spettacolo che vogliono confrontare il loro metodo di insegnamento con le altre realtà del Panorama Artistico e Didattico Internazionale.

La partecipazione al Festival è gratuita; ogni Finalista ha a disposizione una serata per il proprio spettacolo ed uno staff tecnico ed artistico è messo a disposizione, gratuitamente, di tutti i finalisti del Festival.

La Giuria è composta da addetti ai lavori e professionisti tra cui giornalisti, casting, registi, produttori, attori, agenti cinematografici.

Per maggiori informazioni:
www.romateatrofestival.com
Per prenotare inviare una mail a:
spettacoli@romateatrofestival.com

BLACK METROPOLITAN NOIR FESTIVAL

Incontri con autori, spettacoli teatrali, performance, film remix e arte visiva all’insegna del noir

Black Metropolitan Noir Festival, alla sua seconda edizione, si articola in tre giorni di eventi multidisciplinari che propongono un viaggio attraverso gli universi del noir.

Black si sviluppa intorno al noir metropolitano intrecciando incontri con scrittori, spettacoli di teatro, rivisitazioni di film, azioni di arte visiva coniugando assieme linguaggi artistici differenti: letterari, musicali, teatrali, filmici, visuali.

Black si svolge dal 27 al 29 gennaio 2012 a Garage Zero – una giovane ma molto dinamica galleria d’ arte contemporanea nel quartiere Quadraro a Roma – e segue le mappe del contemporaneo tracciate dal noir e si confronta con il “lato oscuro” delle metropoli – reale e simbolica – attraverso lo sguardo acuto del noir.

PROGRAMMA

venerdì 27 gennaio 2012

h. 21 –  la Compagnia Teatro delle Apparizioni presenta “Pop Up: la terza dimensione del libro”.  Regia di Fabrizio Pallara,  con Dario Garofalo, Paola Calogero e Valerio Malorni. Musica dal vivo di Federico Ferrandina.

Agli spettatori è richiesto di portare con sé un libro noir, un simulacro di sé da condividere e mettere a disposizione degli altri. Pop up comincia già dalla scelta personale che ciascuno è chiamato a fare nel portare il proprio libro. La sala si riempie di storie, di vissuti, di sguardi curiosi sulle copertine, di legami e di ricordi. Il narratore comincia il suo peregrinare tra le poltrone a caccia di titoli, autori e vicende, fino alla scelta di un libro, che diventerà la strada d’accesso per la creazione di una relazione tra lo spazio della lettura e quello del teatro, mescolanza tra attori e spettatori. Un narratore, due attori, un musicista e un disegnatore luci danno vita a una creazione nuova, una nuova moltitudine di storie…

non stop - mostra War < 3 di SOLO a cura di Marta Gargiulo

Il pittore romano trasforma lo spazio di Garage Zero con War < 3, una mostra con cui l’artista SOLO rende omaggio all’universo dei fumetti, alla cultura punk e metropolitana. Tra scenari cupi e disturbanti, l’artista mette in scena personaggi dominati da sentimenti e inclinazioni differenti, supereroi che rappresentano il lato migliore e nascosto dell’essere umano.

sabato 28 gennaio 2012

h. 18 – presentazione del libro “L’alba degli zombie - Voci dell’Apocalisse: il cinema di George Romero” di S. Pascarella, D. Arona e G. Santoro. Gli autori Selene Pascarella e Giuliano Santoro ne discutono con Marcello Gagliani Caputo critico di horror.it e Lorenzo Sansonetti Strike. A più più di quarant’anni dall’uscita de “La notte dei morti viventi” di George A. Romero, gli zombie continuano a camminare per le strade delle nostre città. Lo zombie è il primo mostro del cinema che non è frutto della tradizione gotica ed europea. Il morto vivente viene fuori dal meticciato del mondo coloniale e delle metropoli, è la metafora dilagante della crisi dell’Occidente e della fine del mondo che abbiamo conosciuto. Esce dal grande schermo e arriva a contagiare il fumetto, le serie televisive e la letteratura.

h. 21 – film remix di Margine Operativo e sound remix di Andrea Lai de “La notte dei morti viventi” di George A. Romero.

Questo geniale classico del cinema horror, viene smembrato in uno spettacolo visivo-sonoro multiplo che avvolge lo spettatore che si trova al centro di un flusso audio_visuale. Il remix live creato da Margine Operativo, seziona il film in tre parti, seguendo più azioni contemporaneamente, interagendo con la tecnologia digitale nel corpo chimico della pellicola, creando connessioni e sfasamenti senza distruggere la scansione narrativa del film. La sonorizzazione live è creata da Andrea Lai  con atmosfere claustrofobiche di metallico dubstep, un pulsare di beat che trascinano gli zombi in una nuova dimensione, quella del nuovo millennio. Raffiche di bassi lenti e viscerali, intricate ritmiche che avvolgono lo stomaco e il buio che ci circonda dentro e fuori di noi.

non stop – mostra War < 3 di SOLO a cura di Marta Gargiulo

domenica 29 gennaio 2012

h. 17 – live painting SOLO

Un omaggio all’universo dei fumetti, alla cultura punk e metropolitana. L’artista darà vita ai suoi ricordi attraverso una combinazione iconografica unica nel suo genere, dove le emozioni e le passioni creano una sottilissima linea di confine che avvicina le atmosfere underground e la fantasia alla realtà.

h. 18 - incontro con lo scrittore Cristiano Armati autore dei libri “Roma Noir” e “Roma Criminale” presentato da David Frati direttore di mangialibri.com, per riflettere sui rapporti tra scrittura e cronaca.

h. 20 – proiezione del film “I padroni della città” di Fernando Di Leo con Jack Palance, Al Cliver Gisela Hahn, Harry Baer, Edmund Purdom.

Black chiude la sua seconda edizione rendendo omaggio a uno dei maestri del cinema noir Fernando di Leo (1932 -2003) , regista amato da Quentin Tarantino, proiettando “I padroni della città” un film completamente ambientato a Roma, che presenta il lato “oscuro” della città, un film dove Di Leo contamina i suoi noir con la commedia.

non stop – mostra War < 3 di SOLO a cura di Marta Gargiulo.

L’ingresso è gratuito.

ODIO QUESTO LAVORO

Spettacolo teatrale nell’ambito della terza edizione di “Sipario d’Inverno”

“Odio questo lavoro” è l’ultimo spettacolo realizzato dall’artista campano Pasquale Passaretti, che l’Associazione Teatraltro presenterà domenica 11 dicembre, alle ore 21:00, negli spazi del Teatro Arvalia di Roma, nell’ambito della terza edizione di “Sipario d’inverno”, la rassegna teatrale organizzata da Artenova che anche quest’anno presenta una programmazione di qualità incentrata sui lavori delle compagnie che si sono contraddistinte per innovazione e sperimentazione.

L’inevitabilità dell’uomo di identificarsi con ciò che fa e non con ciò che effettivamente è, costituisce il tema di “Odio questo lavoro” in cui l’ errore di un attore sul palco diventa il pretesto per dare il via ad una serrata e ironica analisi sul tema del lavoro. “Neanche l’attore-personaggio può redimersi dalla cosiddetta ‘etica lavorativa’ e così è sempre costretto a concludere il lavoro iniziato”. Il lavoro, quello degli operai, quello delle casalinghe, il lavoro dei lavoratori è la questione introduttiva di un percorso che analizza il tempo, che è lentissimo nelle fabbriche ma veloce fuori, il tempo che si congela nell’ultima mezz’ora della fine del turno e che velocissimo si consuma nell’istante di un applauso. Il tempo che si ferma per coloro che lavorando muoiono, che lavorano per morire, per coloro che muoiono ogni volta che scendono dal palcoscenico.

Lo spettacolo, prodotto da Etérnit, è gratuito.

UN POPOLO DI SANTI POETI E NAVIGATORI… CON DISABILITÀ

I edizione del Premio per la Drammaturgia “Teatro e Disabilità”

Lunedì 28 novembre presso il Teatro Sala Umberto di Roma saranno proclamati i vincitori della prima edizione del Premio per la Drammaturgia “Teatro e Disabilità” promosso da AVI onlus (Agenzia per la Vita Indipendente) e l’Associazione ECAD (Ebraismo Cultura Arte Drammaturgia).

Il premio nasce nel 2011 durante le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia in relazione ideale con uno dei suoi massimi artefici, Giuseppe Garibaldi, che trascorse alcuni anni della sua vita, costretto su una sedia a rotelle. L’eroe dei due mondi condusse e vinse la battaglia di Digione contro i prussiani seduto su una carrozzina trainata da cavalli che aveva fatto costruire appositamente. Aveva dovuto accettare la sua disabilità ed escogitare stratagemmi d’ogni genere per continuare a vivere ancor più da “eroe”, tra le innumerevoli barriere architettoniche e culturali di quell’epoca, in cui molto più di oggi disabilità voleva dire invalidità, debolezza, rinuncia, dipendenza.

Questo collegamento ideale e storico del premio impone una riflessione più ampia sul concetto della dignità umana e del valore della persona, che non vengono meno, ma spesso vengono esaltate dall’esperienza della disabilità, che può colpire chiunque e in qualunque momento della vita. La storia del teatro ha tanti personaggi, caratterizzati da condizioni di disabilità, che hanno avuto successo verso il pubblico: Edipo e la sua cecità, Riccardo III e la sua deformazione, Enrico IV e la sua follia.

La giuria, altamente qualificata, è composta da Pamela Villoresi, presidente della giuria; Dino Barlaam, direttore Avi onlus; Silvia Cutrera, presidente Avi onlus; Lorella De Luca, giornalista; Angela Guarino, docente universitaria in Psicologia – Università La Sapienza; Claudio Imprudente, scrittore e giornalista; Donatella Orecchia, docente universitaria Storia del teatro – Università Tor Vergata; Vittorio Pavoncello, regista e scrittore; Matteo Schianchi, scrittore.

Programma della giornata:

Ore 10 – Tavola Rotonda – “Dall’Unità d’Italia alla Convenzione Internazionale ONU: la partecipazione alla vita politico-sociale e culturale delle persone con disabilità”.

Modera: Dino Barlaam, Direttore AVI Onlus

Ne parlano:

On.le Niccolò Rinaldi – deputato al Parlamento europeo – Vice Presidente del Gruppo ADLE – Alleanza dei liberali e democratici per l’Europa – Capo delegazione dell’Italia dei Valori.
Pietro Barbieri – presidente FISH –Federazione Italiana Superamento Handicap
On.le Ileana Argentin – deputato Parlamento italiano
Prof.ssa Bruna Grasselli – Università Roma Tre – Pedagogia speciale

Ore 11.30
Spettacolo lettura: “Romantica”
Testo: Rita Cavallari
Voce recitante: Bianca Pesce
Movimento scenico: Isabella Venantini
Costumi: Viola Pavoncello
Video e Regia: Vittorio Pavoncello
Elaborazione Tecnica: Artepoint

Ore 17 - Tavola rotonda – “Il ruolo dell’arte nella disabilità e per la disabilità”.

Modera: Silvia Cutrera, presidente AVI Onlus

Ne parlano:
Daniele Ozzimo – Vice-presidente Commissione politiche sociali del Comune di Roma
Anna Maria Meoni – psichiatra e psicoterapeuta – “Arteterapia- Artemosaico”
Claudio Roberti – sociologo – autore del libro “L’uomo a-vitruviano” – Enil Italia
Alessandra Fagioli – docente di Storia della Fotografia e dello Spettacolo presso l’Accademia delle Belle Arti – autrice del libro “L’Utopia di Moebius”

Ore 18.30 – Proclamazione dei vincitori e premiazione

Ore 19
Spettacolo lettura: “La sedia di Garibaldi”
Testo: Sandro Giacchetti
Attore: Massimiliano Cutrera
Musiche: Lucio Gregoretti
Costumi: Viola Pavoncello
Video e Regia: Vittorio Pavoncello
Elaborazione Tecnica: Artepoint

ATTRAVERSAMENTI MULTIPLI 2011

teatro – danza – musica – performance – video – comics

Attraversamenti Multipli è un festival creato da Margine Operativo che si interroga sulle relazioni tra linguaggi artistici contemporanei e il presente inserendo eventi in spazi urbani e in luoghi vitali della metropoli. Il festival ruota intorno ad un serrato confronto tra l’arte e il proprio tempo, un dialogo declinato in forme, estetiche e sperimentazioni diverse ma teso a creare delle crepe, aprire degli squarci nella convinzione che la cultura è un bene comune, che l’arte è un meraviglioso dispositivo che può costruire nuove visioni, creare cambiamenti, delineare risposte imprevedibili.

Questa edizione si sviluppa attraverso sette giorni di eventi artistici (10, 11, 12, 13, 15, 16, 18 novembre) in 4 location diverse: Facoltà Di Lettere dell’Università La Sapienza, Isola Pedonale Del Pigneto, Centrale Preneste Teatro, Forte Fanfulla e focalizza l’attenzione su due zone di Roma, l’Università La Sapienza – la città nella città – e il quartiere del Pigneto.

Ogni zona viene coinvolta attraverso giornate dedicate alle performance urbane (11 e 15 novembre) ed eventi multidisciplinari (10, 12, 13, 18 novembre).

Il festival, attraverso codici artistici differenti, che spaziano dal teatro alla danza, dai fumetti alla musica, propone un viaggio fra gli orizzonti mobili delle arti performative e le loro interferenze con il presente e con la metropoli, come spazio fisico – performance urbane – e come luogo simbolo del proprio tempo.

Tra gli artisti presenti quest’anno: Macelleria Ettore (Milano), Capotrave (Arezzo/Roma), Margine Operativo (Roma), Teatro Deluxe (Roma/Ravenna), Matteo Fantoni, Michela Minguzzi e Aldo Becca (Ravenna), Olivia Giovannini (Genova), Nicoletta Cabassi (Parma), Assalti Frontali e Mondo Cane, SonusLoci video Riot Generation Video (Roma), Sherwood Comix (Padova), Corto Comix (Roma) Burp! (Bologna).

Per il programma completo visita il sito: www.attraversamentimultipli.it