Impresa per la cultura

Il DTC Lazio è un centro di aggregazione e integrazione di competenze tecnologiche applicabili alla conservazione, valorizzazione e promozione del patrimonio storico-artistico e culturale della regione Lazio.

Si riconnettono 12 reti di laboratori per gli 8 enti fondatori – 5 Università di Roma e Lazio e 3 grandi centri di ricerca – e si considerano le distinte competenze nel quadro d’insieme.

Obiettivo del Centro di Eccellenza del DTC Lazio è quindi la messa in opera di azioni strategiche sul piano della formazione, della ricerca e del trasferimento tecnologico, tra loro strettamente integrati, al fine del potenziamento, rilancio ed internazionalizzazione del sistema imprenditoriale del Lazio che opera nel settore delle tecnologie per i beni e le attività culturali, mettendo a sistema risorse territoriali, competenze e know-how dei partner.

Il Centro di Eccellenza gestisce l’infrastruttura tecnologica per la ricerca nel settore dei Beni Culturali e rappresenta il punto di riferimento per enti pubblici (Soprintendenze) e privati (Fondazioni, associazioni o collezionisti) e per le imprese (artigianali e industriali) attive nei servizi.

I programmi della Regione Lazio prevedono molte iniziative per far conoscere l’attività del Centro DTC Lazio alle imprese.

L’iniziativa prevista per l’11 febbraio 2020 a Roma “DTC Lazio: dalla valorizzazione allo sviluppo” presso la sede di Lazio Innova in Via Marco Aurelio 26/a – Roma, vista la presenza di enti ed imprese, è l’occasione per discutere dei “Risultati e nuove opportunità per i Beni Culturali del Lazio”.

http://www.lazioinnova.it/news/dtc-lazio-dalla-valorizzazione-allo-sviluppo-risultati-e-nuove-opportunita-per-i-beni-culturali-del-lazio/

http://www.dtclazio.it

Successi dei servizi di “elevator-pitch” per le imprese

La Città metropolitana di Roma Capitale aiuta le imprese del territorio a sviluppare metodi di business appropriati per commercializzare i propri prodotti/servizi innovativi.

Si è concluso il percorso di accompagnamento alle cinque imprese vincitrici del Bando promotori tecnologici – V edizione – della CMRC e ad altre imprese selezionate tramite Avviso pubblico, per aiutarle a trovare finanziamenti privati. Le imprese hanno presentato il proprio progetto dinanzi agli investitori privati presenti nella giornata del pitching event del  10 dicembre 2019 presso la sede Luiss EnLabs di Roma.

Politiche europee e sviluppo locale per la mobilità lavorativa

Il prossimo 4 ottobre dalle ore 14.00 alle ore 19.00, nell’ambito del Progetto Europeo “Reactivate”, si terrà a Roma, presso l’Aula Consiliare di Palazzo Valentini, la Conferenza “Politiche europee e sviluppo locale: l’HUB europeo per la mobilità lavorativa della Città Metropolitana di Roma Capitale”.

Attraverso la presentazione dell’esperienza della Città metropolitana di Roma Capitale come HUB europeo della mobilità nell’ambito del Progetto Europeo “Reactivate”,  verranno studiate le politiche europee e le strategie di sviluppo locale per la mobilità lavorativa.

Interverranno rappresentanti della Commissione Europea, Parlamentari italiani ed europei, referenti dei Ministeri del Lavoro e di Enti Locali, nonché stakeholder italiani ed europei che presenteranno le loro esperienze e le loro politiche sul tema e potranno discutere le azioni e le strategie future.

In tale contesto la Città metropolitana di Roma Capitale, in stretta collaborazione con l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, è soggetto attuatore dei seguenti progetti di mobilità lavorativa finanziati dal Programma dell’UE per l’occupazione e l’innovazione sociale (EaSI):

–         “Your first EURES job” (www.yourfirsteuresjob.eu): avviato nel 2012 e rivolto a cittadini europei tra i 18 e i 35 anni e alle imprese dell’Unione Europea più Norvegia e Islanda;

–         “Reactivate” (www.reactivatejob.eu), avviato nel 2016 e rivolto ai cittadini europei con età maggiore di 35 anni e alle imprese dell’Unione Europea;

Attraverso i suddetti progetti la Città metropolitana di Roma, divenuta un HUB europeo per la mobilità lavorativa riconosciuto dall’UE, favorisce la mobilità e lo sviluppo professionale dei candidati in cerca di occupazione attraverso concrete opportunità di lavoro, apprendistato o tirocinio in un paese europeo diverso da quello di residenza garantendo, allo stesso tempo, nuove competenze e opportunità alle imprese che, grazie alla mobilità dei lavoratori provenienti da un differente paese  europeo, possono rendere le loro aziende più competitive e innovative.

Entrambi i progetti assicurano sia ai candidati che alle imprese servizi specialistici one -to-one, supporto e assistenza individualizzata pre e post-placement. Inoltre, vengono erogati specifici contributi finanziari:

– per l’organizzazione di colloqui di lavoro all’estero;

– per corsi di lingua e di formazione specialistica;

– per il riconoscimento delle qualifiche professionali all’estero;

– per la copertura delle prime spese per la mobilità a favore del candidato.

Sono, altresì, previsti benefici finanziari alle imprese per coprire le spese di formazione di ingresso del neoassunto (integration programme), formazione concordata e validata dalla Città Metropolitana di Roma.

Al fine di coinvolgere un numero sempre maggiore di beneficiari, vengono organizzati eventi informativi, in Italia e in Europa, in cui si presentano i servizi erogati dalla Città metropolitana di Roma in tema di lavoro, formazione e sviluppo locale. Inoltre, per facilitare l’incontro domanda/offerta sono previsti diversi recruitment day, svolti presso le strutture della Città metropolitana.

Grazie agli importanti risultati raggiunti nella fase di sperimentazione, il modello sviluppato è divenuto un servizio effettivo e stabile della Città Metropolitana di Roma.

Per partecipare all’evento è necessaria la registrazione al seguente link: https://jobmobility.eventbrite.it

Laboratorio permanente della performance – II call 2019

Laboratorio permanente della performance

L’Azienda Speciale Palaexpo intende avviare la prima fase, sperimentale, di un progetto che, nell’anno 2020, porterà, presso La Pelanda-Mattatoio, alla costituzione di un corso di alta formazione e alla creazione di un laboratorio permanente sui diversi linguaggi della performance (teatro, danza, musica e arti visive). Il laboratorio permanente avrà una forte vocazione interdisciplinare e vedrà la collaborazione di alcuni festival di eccellenza, di istituzioni universitarie, di docenti italiani ed internazionali attivi nelle varie discipline e sarà reso possibile grazie al coinvolgimento del gruppo di studenti e partecipanti, che diverranno i veri attivatori della ricerca collettiva, discorsiva e intermediale.

La seconda fase del progetto si svilupperà tra i mesi di giugno e luglio 2019, attraverso un ciclo di cinque workshop interdisciplinari gratuiti in collaborazione con artisti, festival e compagnie che fanno attività di ricerca e sperimentazione:

  • 3-7 giugno | Invernomuto  
  • 11-16 giugno | Cristina Rizzo
  • 2-7 luglio | Gianni Trovalusci
  • 22-24 luglio | Silvia Rampelli
  • 25-28 luglio | Nacera Belaza

Vista la specificità dei corsi proposti, i laboratori sono rivolti a tutti coloro che, senza limiti di età, abbiano già svolto un percorso artistico o professionale affine alle tematiche indicate nella call e che siano capaci di contribuire dinamicamente all’esperienza di gruppo.

Tutti gli interessati dovranno far pervenire la loro candidatura inviando all’indirizzo di posta elettronica laboratori.pelanda@palaexpo.it entro le ore 12.00 del 13 maggio 2019 l’apposita domanda di partecipazione scaricabile online dal sito del Mattatoio. Ogni candidatura potrà contenere la richiesta d’iscrizione ad uno o più laboratori (massimo 3), aperti fino ad un massimo di 20 partecipanti ciascuno.

Bando e maggiori informazioni sui laboratori su Mattatoioroma.it.

Informazioni

Mattatoio

Indirizzo: Piazza Orazio Giustiniani, 4 – 00153 ROMA (RM)

Sito web:
https://www.museomacro.it
https://www.mattatoioroma.it/

copyright: www.informagiovaniroma.it