TechGarage Day a Roma!

Il Tempio di Adriano a Roma ospita la tappa finale del progetto itinerante Start Up Roma, organizzata da Asset Camera, in partnership con Tecnopolo.

La tappa finale del progetto itinerante Start Up Roma, organizzata da Asset Camera, in partnership con Tecnopolo.
Dieci giovani team avranno la possibilità di presentare il proprio progetto d’impresa e farlo valutare da una giuria di professionisti e di investitori.

Dove: Tempio di Adriano (Piazza di Pietra – 00186 Roma)
Quando: 18 gennaio 2013 – ore 11.00
Contatti: startuproma@assetcamera.it – info@techgarage. eu
Ulteriori informazioni: www.startup-roma.it

Che cos’è Start Up Roma?

Il Progetto Start Up Roma è volto a individuare e finanziare nuove aziende tecnologiche – soprattutto facendo scouting tra i giovanissimi – e a generare nuovi posti di lavoro con l’ambizione di creare un modello innovativo di interesse nazionale per l’incubazione e la creazione d’impresa. Il Barcamper, farà tappa nelle principali Università della Capitale per selezionare i migliori progetti imprenditoriali e contribuire a trasformarli in start up da avviare sul territorio.

Il progetto, promosso da ASSET Camera – Azienda Speciale della CCIAA di ROMA, in partnership con Tecnopolo, è gestito operativamente dalla società di consulenza specializzata nel venture capital tecnologico dConsulting by dPixel. La prima tappa del tour, dove l’ufficio mobile di dPixel stazionerà, sarà presso la LUISS il 5 novembre. Seguiranno poi altre tappe il 6 novembre presso l’Università Roma Tre e il 12 Novembre presso l’Università La Sapienza. Studenti, ricercatori, aspiranti imprenditori, start up o imprese già avviate che hanno un’idea e un progetto imprenditoriale caratterizzato da un elevato livello di innovazione, legato all’utilizzo delle nuove tecnologie digitali, avranno la possibilità di presentarlo e farlo valutare da un pool di esperti (Le tappe del Barcamper – Start up Roma).

Come funziona l’iniziativa?

In ogni tappa, Start Up Roma, attraverso lo staff di Pixel, accoglierà i partecipanti e discuterà con loro l’idea imprenditoriale presentata. Alla fine del tour, le migliori venti idee selezionate saranno ammesse a partecipare alle “TechWeek”, due settimane di corsi intensivi alternati a sessioni di lavoro concreto sul progetto, nel corso della quale gli esperti aiuteranno i candidati a predisporre un piano d’impresa completo, da presentare alla comunità finanziaria. Le “TechWeek” si svolgeranno dal 26 al 30 novembre e dal 10 al 14 dicembre presso il Tecnopolo.

Nel corso delle “TechWeek” saranno selezionati i dieci progetti migliori, che parteciperanno alla terza ed ultima fase dell’iniziativa, il “Tech Garage Day”, che si terrà a gennaio 2013 presso il Tecnopolo. Nel corso di questa giornata conclusiva i team presenteranno il progetto e il business plan e una giuria composta da esponenti del mondo scientifico, accademico, imprenditoriale, istituzionale, economico-finanziario sceglierà le idee migliori, in termini di presentazione e fattibilità. Le prime tre idee vincitrici avranno diritto rispettivamente ad un viaggio studio ciascuno in Silicon Valley.

RomaProvinciaCreativa: 4 anni per la creatività

Un evento dedicato al programma che ha valorizzato la creatività nell’area metropolitana di Roma.

RomaProvinciaCreativa - 4 anni per la creatività

Un evento – tra incontri, video e dj set – dedicato al programma che ha valorizzato la creatività nell’area metropolitana di Roma.
Per salutare, insieme al Presidente Nicola Zingaretti, i protagonisti di questi quattro anni di iniziative e premiare i 46 vincitori dei bandi 2012 per la creatività e l’innovazione.
In collaborazione con Snob Production l’evento vedrà in consolle i djs FCVG, Magenta e Surfdisco. Le immagini saranno manipolate dal maestro Databhi.
Una serata da non perdere. I partecipanti riceveranno anche un regalo esclusivo: un poster in edizione limitata disegnato dall’illustratrice Irene Rinaldi e la compilation musicale di Roma Provincia Creativa curata da Raffaele Costantino.

La compilation è scaricabile gratuitamente a questo link. La password richiesta per il download è indicata sulla card che verrà consegnata a tutti coloro che parteciperanno all’evento.

Quando: giovedì 20 dicembre 2012 – ore 19.00
Dove: I.T.I.S. Galileo Galilei
Via Conte Verde 51, Roma

Scarica la locandina

ComputArte: quando la tecnologia si veste d’arte

Computarte scommette sulla possibilit�� di fondere Arte e tecnologia per soddisfare il bisogno estetico ed ambientale del mercato.

Pirami Dina Sughero

La CyberteC ServiceS Srl � nata nel 2000 per fornire lo studio e la prototipazione di contenitori (shelter) per sistemi radio base. In CyberteC ServiceS si condivide una visione chiara e coerente con gli obiettivi: “riportare l’uomo al centro del progresso”. Tutti i progetti hanno il fine di offrire la tecnologia in una forma amica e veramente fruibile, esplorando soluzioni generate, pensando oltre gli standard, per guardare e realizzare ci� che gli occhi della creativit�� vedono “fuori dalla scatola”�. La miniaturizzazione delle componenti elettroniche � stato uno degli elementi che gli ha consentito di ripensare l’approccio uomo-macchina, e rielaborare il concetto stesso di strumento in funzione estetica, ornamentale e quindi anche ergonomica ed ecosorridente.

 

ComputArte � uno dei progetti di punta di CyberteC ServiceS e scommette sulla fusione di due elementi, apparentemente inconciliabili, come l’Arte e la Tecnologia.

Obiettivo: trasfondere il concetto di Arte e moda alla tecnologia, per soddisfare il bisogno estetico ed ambientale del mercato“, si legge nella�presentazione del progetto.

Si offre lo strumento del calcolatore personale come complemento di arredo e pezzo d�Arte, constatato che non cambia forma dal 1973. Il Progetto � suddiviso nei due segmenti: “Arte Tecnologica”; “Tecno Arte”. L’attivit�� ha prodotto tre brevetti che proteggono 137 modelli di involucri per PC ed un modello industriale di utilit� per un innovativo sistema di raffreddamento per componenti elettroniche.

Pirami Dina Acciaio

Considerando che un computer pu� essere costruito con dimensioni nettamente inferiori alle attuali, si � provato a trasformare questo dispositivo, da mero strumento di manipolazione e gestione dati, ad elemento ornamentale di arredamento che possa oltremodo arricchirsi di quel valore aggiunto che solo un apporto artigianale di mano d’opera pu� donare, facendo di un oggetto dozzinale, un’opera d’arte o comunque un oggetto unico per forme, materiali e significati.
L�aspetto ornamentale dona al prodotto una ergonomia unica, e consente l�abbattimento dell�impatto ambientale, per l�allungamento del ciclo di vita di un prodotto che si presta alla sostituzione solamente delle componenti obsolete o rotte, nell�ottica di conservare un involucro acquistato anche con un criterio emozionale che ne decreta un attaccamento.
Il messaggio ideale pervade e satura le forme ed i colori, modellando la materializzazione di un pensiero, che arricchisce e rende unico uno strumento ordinario, meritevole di cura, attenzione e soprattutto scelta, svincolata dalle mere considerazioni tecniche-prestazionali della macchina.�Sono utilizzati, oltre ai colori, anche materiali nobili come vetro, legno, ceramica, marmo, pelle e sughero.

Il nuovo paradigma si offre per diventare anche il centro della domotica, con interfaccia nella TV che si trova nel salotto, e propone un innovativo approccio interattivo sui contenuti TV, tramite il riconoscimento vocale e gestuale, nell’ottica di abbattere il digital divide ad agevolare anche le persone diversamente abili nell’accedere a servizi e funzioni fruibili tramite il pc.

Cybertec Services Srl
Viale Africa 36 – 00144 Roma
Tel/Fax 065921538
E-mail: info@computarte.it
Sito: www.computarte.it
Dr. Vasco Petruzzi
3473859186

Un’altra economia. Esperienze romane di innovazione sociale

Quattro incontri a Palazzo Valentini per discutere di innovazione sociale e promuovere un nuovo modo di fare economia.

Il dipartimento Innovazione e Impresa della Provincia di Roma, in collaborazione con il Corriere della sera, organizza un ciclo di incontri sull’innovazione sociale, con l’obiettivo di promuovere un nuovo modo di fare economia, attraverso le testimonianze di chi ha trasformato un’idea in un progetto condiviso o in una vera e propria impresa.

PROGRAMMA

Giovedì 15 novembre 2012 ore 17.00

Tra etica e nuova economia: un altro ruolo per la finanza
L’affermarsi del capitalismo finanziario, che ha profondamente mutato la qualità dei rapporti di lavoro, produzione e distribuzione di ricchezza, ha fatto registrare una prima reazione con proposte innovative. A metà degli anni Novanta nascono in Italia la prima Banca Etica e i MAG (Mutue per l’autogestione). Etica e denaro iniziano un cammino non sempre conflittuale.

Introduce
Gian Paolo Manzella – Dipartimento “Innovazione e Impresa” Provincia di Roma

Intervengono
Roberto Museo – Banca etica
La Banca etica si pone la finalità di finanziare i progetti sostenibili e mirati all’inclusione sociale uscendo dai canoni tradizionali del mercato finanziario.

Cinzia Cimini – economista, fondatrice di MAG Roma
Le Mutue per l’Autogestione sono una proposta di singoli cittadini associati che mettono in comune quote in denaro per finanziare vari tipi di progetti di alta qualità sociale

Giulio Marcon – Coordinatore di Sbilanciamoci e Presidente della Scuola per il Sociale della Provincia di Roma
Giulio Marcon è stato tra i primi in Italia a intuire l’importanza che l’impegno solidale potesse diventare “altra economia”.

Venerdì 30 novembre 2012 ore 17.00

Per uno sviluppo sostenibile: le proposte dell’Agricoltura sociale
La crisi del modello tradizionale di produzione capitalistica basato sulle ipotesi del fordismo ha ridato valore ai modelli di sviluppo rurale che negli ultimi decenni erano stati considerati come la “cenerentola” dello sviluppo economico, molto dopo il manifatturiero e il terziario. Questa nuova attenzione ha trovato alleanze e terreno fertile nelle sensibilità legate alle produzioni alimentari salubri e all’agricoltura biologica, alle necessità di produrre energie pulite e rinnovabili e al bisogno di inclusione che veniva espresso dalla società.

Intervengono

Luca d’Eusebio – fondatore del network Zappata romana
Zappata romana oltre a promuovere e gestire iniziative di orti urbani nella capitale si è fatta carico di un lavoro di monitoraggio e di messa in rete di tutte queste realtà portandole a incontrarsi e discutere tra loro.

Gloria Salvatori – cassintegrata Eutelia, fondatrice dell’Orto urbano Eutorto
Dalla dura esperienza di lotta dei cassaintegrati Eutelia, nasce l’iniziativa di avviare un’attività di orto urbano e di agricoltura sostenibile.

Carlo De Angelis – coordinatore cooperativa Capodarco
La comunità di Capodarco rappresenta uno dei primi e significativi esempi di impegno sociale tra volontariato e imprese sostenibili. Tra passato, presente e futuro la loro esperienza è di fondamentale importanza per comprendere dinamiche e ragionare sul prossimo futuro.

Angela Galasso – fondatrice di Lombrico Sociale e di Aicare
Dalla competenza di un’agronoma laureatisi presso l’Università Agraria di Viterbo il salto di qualità verso un sistema integrato di agricoltura sostenibile e solidale che offre risposte anche al disagio urbano in termini di integrazione dei soggetti sociali più deboli, produzione di energia rinnovabile e pulita e produzione di cibo non nocivo.

Giovedì 6 dicembre 2012 ore 17.00

Tradizione e inclusione: artigianato e nuova imprenditoria davanti alle sfide del nostro tempo
Negli ultimi anni si sta affermando con sempre maggiore convinzione un recupero delle attività e degli stili di vita e di acquisto del modello economico fondato sul lavoro artigiano. In Italia e nel mondo, le riflessioni di Richard Sennet raccolte nel libro L’uomo artigiano trovano consensi di ordine teorico, politico e operativo in esperienze che riguardano diversi settori della produzione.

Intervengono
Francesco Carchedi – fondatore di Parsec Consortium
Una delle esperienze “storiche” di lavoro sociale a Roma, nata intorno all’impegno di un gruppo di giovani e di un sacerdote. Oggi la cooperativa Parsec Consortium, una delle più grandi di Roma, è attiva a livello nazionale e internazionale nel campo dell’inclusione sociale degli immigrati, di soggetti maltrattati, donne e bambini.

Antonella Alessandrini – fondatrice di SempliCity
Da alcuni eventi comunicativi come quelli legati al “lusso essenziale” e “Romammaglia”la proposta e la diffusione delle attività artigianali come elemento di aggregazione sociale e recupero delle radici culturali in via di smarrimento.

Nicolas Denis – Binario Etico
Le nuove tecnologie al servizio della sostenibilità e dell’impresa sociale. Un gruppo di valenti giovani ingegneri recupera e ricicla vecchi computer per metterli a disposizione di imprese sociali.

Cristina Rosselli Del Turco – Zajedno
Nel popolare quartiere di san Lorenzo l’esperienza di una cooperativa di sarte rom che ha avuto riconoscimenti internazionali per i libri di stoffa per bambini e per molte altre iniziative.

Martedì 11 dicembre 2012 ore 17.00

Welfare, salute e sussidiarietà nelle nuove forme di impresa sociale
La salute è stato senza dubbio uno dei primi elementi di attenzione della attività sociali. In questo ambito infatti la debolezza di chi soffre è evidente come pure è evidente quanto conti il lavoro di solidarietà e di costituzione di sforzi comuni per superare le tante difficoltà a cui si va incontro.

Intervengono
Simonetta Sterpetti – cooperativa Il Magazzino
Accanto all’ex manicomio di Montemario la cooperativa rappresenta uno dei casi più importanti e qualificati di gestione del disagio mentale.

Antonio Sapia – preside Istituto Garibaldi
Una realtà unica di recupero di reputazione dell’istituzione scolastica attraverso la scelta esplicita dell’inclusione di ragazzi con disagi fisici e psichici.

Francesca Casini – cooperativa Cecilia
La lunga esperienza dell’intervento a favore di anziani soli, bambini down e, più recentemente, popolazioni immigrate con l’iniziativa dell’apertura della “Locanda dei Girasoli” a Cinecittà.

Soana Tortora – responsabile Solidarius Italia
Una nuova micro impresa non profit che opera nel campo dell’economia solidale, impegnata nella tessitura di filiere e di reti tra le diverse forme di impresa e di collaborazione solidale.

Tutti gli incontri sono moderati da Gioacchino De Chirico, giornalista e curatore

Palazzo Valentini – Sala Peppino Impastato
Via IV Novembre 119/a

Info:
Antonella Iacoboni
a.iacoboni@provincia.roma.it – tel. 06.6766.4631
Cinzia Checchi
c.checchi@provincia.roma.it – tel. 06.6766.5637

“7 Incontri” per una scelta possibile

Il Dipartimento Innovazione e Impresa della Provincia di Roma promuove “7 incontri”, l’evento organizzato, nell’ambito dell’iniziativa RomaProvinciaCreativa, in collaborazione con Porta Futuro, Officina dell’Innovazione e Studio Coach.

L’evento formativo prevede 7 incontri con cadenza mensile, finalizzati a promuovere “Un Percorso Innovativo per le Imprese” diretto a tutti gli imprenditori e ai professionisti che vogliono sperimentare un approccio diverso al proprio business.

L’iniziativa mira a fornire informazioni e strumenti, a condividere esperienze e attraverso workshop mirati ad acquisire strumenti utili ad affrontare le problematiche e la complessità della vita dell’impresa.

RIPRENDI CON SLANCIO

Azione e allenamento fanno sì che bisogni e desideri diventino obiettivi e gli obiettivi si trasformino in risultati. Dai più piccoli ai più grandi. Per questo l’idea di un programma che accompagni nella crescita e nello sviluppo imprenditoriale.

La passione e l’amore sono la benzina del successo, ma da soli non bastano.

1. informazioni e strumenti

2. esperienza vissuta e raccontata da personaggi di spicco

3. workshop per imparare ad allenarsi

4. relazione per seguire i progressi

5. sessioni individuali per chi desidera approfondire.

Obiettivo:

Acquisire strumenti utili al miglioramento di diverse aree della vita dell’impresa.

A chi è indirizzato:

A tutti gli imprenditori e professionisti che desiderano spostarsi in avanti, che vogliono

sperimentare un approccio diverso, che vogliono fare qualcosa per il proprio business e

soprattutto, fare meglio.

Dove:

Roma Porta Futuro – Via Galvani 108 – Roma 00153

Quando:

29 settembre – Partire dalle fondamenta

27 ottobre – Fissare gli obiettivi

17 novembre – Motivazione

15 dicembre – Action Plan

26 gennaio 2013 – Superare gli ostacoli

23 febbraio 2013 – Revisione e allenamento

23 marzo 2013 – Cosa è cambiato

Orario 10-19 (registrazione a partire dalle 09.15)

Per consultare il programma scarica la locandina

La partecipazione è gratuita. Per registrarsi scrivere a: info@7incontri.it

Per ulteriori informazioni visita il sito www.pmi.it e il sito www.portafuturo.it.

Officina dell’Innovazione – Chiara Lo Surdo c.losurdo@officinainnovazione.it