Il nuovo Auditorium di Acilia

Sono in mostra i 4 progetti finalisti del Concorso Internazionale di Architettura, mentre uno spazio apposito e’ dedicato al Roberto Scarsato, il vincitore.

Dal 2 agosto al 15 settembre il Chiostro del Palazzo del Governatorato (Sede XIII Municipio) ospiterà la mostra “Il nuovo Auditorium di Acilia. Gli esiti del Concorso Internazionale di Architettura” con esposizione delle proposte progettuali del bando del Concorso internazionale di Progettazione del nuovo “Auditorium di Acilia”.

La mostra, promossa da Roma Capitale – Assessorato ai Lavori Pubblici e alle Periferie, dal Dipartimento Politiche per la Riqualificazione delle Periferie e dal Municipio XIII in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, verrà inaugurata il 2 agosto alle ore 17 alla presenza del Sindaco Gianni Alemanno e con gli interventi dell’Assessore Fabrizio Ghera, del Presidente del Dipartimento Politiche per la Riqualificazione delle Periferie Francesco Coccia e del Presidente Municipio XIII Giacomo Vizzani.
La serata sarà allietata da un gruppo di musica jazz anni quaranta.

Nell’ambito dei programmi di riqualificazione delle aree periferiche di Roma, nel 2011 il Municipio XIII ha approvato il progetto di realizzazione di un nuovo Auditorium ad Acilia. Dopo aver localizzato la sede nella vasta area verde vicino alla Nuova Stazione della metro Acilia – Dragona, ha indetto un concorso di progettazione a procedura aperta attraverso una Competizione Internazionale di Architettura.

Il percorso della mostra si snoda attraverso pannelli illustrativi dei 4 progetti finalisti, mentre uno spazio apposito sarà dedicato al vincitore del concorso, Roberto Scarsato di Padova che, nel corso della serata inaugurale, illustrerà il suo progetto. A decretarlo vincitore, nel corso della seconda fase del concorso riservata a 4 partecipanti, una Commissione Aggiudicatrice composta da tre Professori dell’Università della Sapienza e di Roma3, oltre al Direttore ed ad un Progettista del Dipartimento Periferie.

Il nuovo Auditorium offrirà uno spazio concerti per circa 700 spettatori, utilizzabile anche per manifestazioni ed eventi culturali di diverso tipo (convegni, spettacoli, ecc.) e servirà il vasto e popoloso quadrante S.O. della città: l’intera periferia verso il mare della Capitale.

Inaugurazione 2 Agosto 2012 ore 17.00

Chiostro del Palazzo del Governatorato ( Sede XIII Municipio)
Piazza della Stazione Vecchia, 26 Ostia lido (Roma)
Orari:
lunedì-mercoledì-venerdì 8.30/13.00
martedì-giovedì 9.00/18.00

VOCAZIONE ROMA: I VINCITORI DEL PREMIO

Premiati con 2000 euro i migliori progetti di intervento finalizzati alla definizione di soluzioni a problematiche di carattere sociale, economico e culturale nell’area metropolitana di Roma.

Il Premio Vocazione Roma è stato istituito dall’associazione Vocazione Roma per promuovere l’emersione di idee progettuali caratterizzate da un’elevata componente in termini di creatività e di innovazione e tese a dare soluzione a problematiche di carattere sociale, economico e culturale presenti nell’area metropolitana di Roma.

I migliori progetti di intervento sono stati premiati ieri, 27 novembre, nell’ambito del convegno “Energie comuni. Spazi & network, servizi & cittadinanza, talento & innovazione: le proposte di una nuova generazione”, organizzato dalla stessa associazione a Grottaferrata.

Le categorie in concorso erano quattro: territorio, creatività, impresa e professioni.

Per la sezione “territorio” è stato premiato Francesco Napolitano con un progetto di riuso del ponte Bailey che prevede l’eliminazione dal letto del Tevere di due piloni dell’ex ponte e il recupero del terzo attraverso un uso alternativo, creativo, ecologico e sostenibile dal punto di vista ambientale.

Per la sezione “creatività” sono stati premiati Gabriele Basso e Martina Carletti con un progetto che mira al cambiamento delle pensiline degli autobus che raccoglieranno in un singolo palo la fermata stessa e l’illuminazione con celle fotovoltaiche. Hanno avuto inoltre una menzione speciale Flaminia Bonifaci e Francisco Javier Romero Varo con il loro “RomanBlock”, un elemento di arredo urbano che unisce moda e standard diffondendo l’idea di design italiano. Un’altra menzione è andata a Francesco Lipari per il magazine “CITYVISION”.

Per la sezione “impresa” ha vinto David Vicario con un progetto che si propone di evidenziare quali siano le frizioni presenti nel mercato delle opere pubbliche e di suggerire soluzioni che permettano il recupero delle diseconomie generate da tali frizioni e lo sviluppo di nuove economie e posti di lavoro per il territorio di Roma e Provincia.

Per la sezione “professioni” è stato premiato Francesco Scotti con un progetto di teleassistenza per anziani con braccialetti biometrici: una nuova professione per l’assistenza sociale. Ha avuto inoltre una menzione Elena Saracino per il progetto “Spacebook” che propone la creazione di un network per conciliare domanda e offerta di spazi liberi.