Materia, segno e gesto di Chiara Abbaticchio

Materia, segno, gesto. Le opere di Chiara Abbaticchio esposte dal 4 al 16 aprile alla Galleria Vittoria.

Che siano paesaggi urbani o figure, le opere di Chiara Abbaticchio si rendono evidente in un progetto in cui il colore gioca un ruolo d’importanza primaria.
Il pensiero è manifestato attraverso combinazioni emotive in un’intensità auto-espressiva con riferimento alla forma, dove la linea, il colore e la figura perdono il loro significato, volendo sorprendere, con l’obiettivo di eleggere la materia a ruolo fondamentale, giacché portatrice nell’immagine di una espressione efficace, che rappresenta la comunicazione.
Il segno veloce, di azione e materico, attraverso il colore esalta l’istinto.
Il colore ama i contrasti che si fondono armoniosamente, risultano al tempo stesso morbidi e accesi, cosicché la crudezza plastica della forma si attenua in questa luce avvolgente.
Tutto questo attraverso l’arte gestuale, le permette di esprimersi con un approccio alla musica e alla filosofia, conoscenza che le permette di sprigionare le proprie emozioni e forze interiori con pennellate energiche, quasi fossero spazzolate di colore.
Assume così una tecnica del mai finito, ma mai del tutto astratta, un ideale mistico di arte pura.
La raffigurazione della sua pittura è in apparenza casuale senza forme definite. La macchia è espressione evocativa, la scelta dei soggetti d’altra parte, denuncia un’inclinazione al dialogo con se stessi, emanando dalle opere, dopo un’ attenta visione, un fascino sottile e inconfondibile che porta una dimensione diversa dove tutto si fonde in un nuovo stato d’essere.
Personalità diverse strutturate in maniera incisiva all’abbandono di ogni schema.
Materia, segno, gesto esplodono sulla tela con immediata vitalità. Le linee caotiche ricreano i loro punti fermi e da ogni pennellata nascono nuovi equilibri rappresentati tra armonia e ritmo che magnificamente acquisiscono nuove forme e nuovi valori.
Da Platone in poi la polarità forma-materia è la dicotomia presente nella nostra cultura, magma informale dell’energia primordiale, proiettandole nello spazio della composizione.

Inaugurazione: Giovedì 04 Aprile 2013 alle ore 18.00
Durata: 04 – 16 Aprile 2013
Presso: Galleria Vittoria – Via Margutta, 103 – Tel. 06.36001878
A cura di: Tiziana Todi e Tiziano M. Todi
orario galleria: lunedì / sabato 15,00-19,00 – fuori orario su appuntamento
www.galleriavittoria.com – info@galleriavittoria.com

“Metonimia” di Luciano Rignanese

Rignanese è un artista della nostra epoca che interpreta in modo singolare la dimensione soggettiva, senza alcuna possibilità di cogliere la dimensione oggettiva

In un clima di silente magia, sono raffigurati oggetti dalla forma riconoscibili, con l’impiego di tinte calde, dal bruno terra di Siena ,al verde e al rosso, ben collocate in spazi definiti con una composizione chiara e nitida, lasciando che la luce, esalti dal contrasto con l’ombra eppure morbida che ne definisce i colori.

In questo particolare tipo di pittura, nasce l’intento di creare un mondo che non esiste nella realtà, ma capace di far emergere la bellezza evidente delle cose di uso comune. Quindi è una pittura solo di oggetti, ma nessuno di essi, pur avendo un luogo di appartenenza, è tale perché richiamano le persone che li usano.

Il quadro è depurato da tutto ciò che non è indispensabile, che costituisce un disturbo alla concentrazione massima, avvolgendolo in quel senso di mistero che si crea dentro e fuori dell’opera, l’immagine stessa è importante, al di fuori del tempo e dello spazio infondendo un senso di enigma.

Apparentemente cambia il rapporto fra arte e concretezza, lasciando la libertà di interpretare la visione interiore.

Rignanese è un artista della nostra epoca che interpreta in modo singolare la dimensione soggettiva, senza alcuna possibilità di cogliere la dimensione oggettiva. Esprimendo così una sensibilità moderna che nell’oggettività non ha scoperto la dimensione del reale, ma la dimensione ideale che la sovrasta. Circostanza che trasforma l’essenza in spirito così che i ragionamenti si mescolano dietro le apparenze e l’oggetto diviene lo specchio dell’anima, un significativo universo interiore che sfugge ad ogni realtà concreta.

Ogni riflessione intellettuale, attraverso l’oggetto, è un’inventiva intelligente, rispettosa e riflessiva, filtrata attraverso l’espressione della tecnica.

Luciano non lascia nulla al caso, seppur bloccato in una lucidità impalpabile, in quanto riesce con un instancabile esercizio combinatorio a rendere gli oggetti in risonanze vagheggianti. Entità simboliche che in questo senso di instabilità creano una lirica di un sogno immobile che sembra isolarsi nel continuo mutamento delle cose e riesce a stabilire un eterno presente con il tempo.

Inaugurazione: Giovedì 28 Febbraio 2013 alle ore 18.00
Durata: 28 Febbraio – 10 Marzo 2013
Presso: Galleria Vittoria – Via Margutta, 103 – Tel. 06.36001878
A cura di: Tiziana Todi e Tiziano Macciocca Todi
Orario galleria: lunedì / venerdì 15,00-19,00 – fuori orario su appuntamento
www.galleriavittoria.com – info@galleriavittoria.com

NetArte… Il dono delle emozioni

L’arte è scambio, relazione, emozione. In clima di feste natalizie la Galleria Vittoria espone 30 opere di artisti emergenti e affermati da ammirare, acquistare e regalare.

Verranno esposte le opere di 30 artisti, tutte dello stesso formato messe in vendita tutte allo stesso prezzo. Artisti emergenti ed affermati che si incontreranno in questa iniziativa all’insegna del regalo. Il dono dell’emozione per chi la riceve, la offre e la conquista. Perché l’arte alla fine è questo: interazione e scambio.

Gli artisti in mostra sono: Anna Zavileiskaia- Russia, Adriana Pignataro, Alessandro Cignetti, Anna Saegesser Pavone Beatrix Jourdan – Ungheria, Senegal Boris Indrikov Russia, Celine Carbonell – Francia, Chiara Abbatacchio, Claudio Meli, Claudio Spada, Cristina D’ambrosio, Cristiano Quagliozzi, Daniela Poduti Riganelli , Danilo Buniva, Enzo Fabbiano, Etty Bruni, Fabio Imperile, Fabio Piscopo, Gaia Galifi, Gianmaria De Luca, Giovanni De Angelis, Gualtiero Redivo, Key Gross (Konstantin Smirnov)Russia, Kristina Milakovic, Luciano Rignasense,Lucio Rossi, Luminita, Marco Zappa, Maria Rita Gravina, Maria Teresa Protettì, Paola Grizzi, Patrizio De Magistris, Roberto Pelliccia, Stefano Bufalini, Tiziana Befani, Valeria Patrizi, Giusy Maletta, Micaela Giuseppone.

Sarà esposto, inoltre, un particolare albero di Natale della giovane designer Ludovica Cirillo – titolare di ByLudo – realizzato con oggetti tecnologici di ri-uso.

All’interno, della mostra gli artisti esposti proporranno dei corsi artistici per bambini, che avranno l’opportunità di scoprire le tecniche dell’acquerello, la scultura, ceramica e la pittura, a secondo del calendario stabilito nel programma, per elaborare un piccolo dono personale.

Anche per questo Natale KORA Diffusione Culturale, insieme alla Galleria Vittoria, hanno deciso di devolvere parte del ricavato della vendita delle opere ad un ente benefico per l’acquisto di giochi che saranno donati il giorno dell’epifania, quest’anno è stato scelto la Casa famiglia “San Giuseppe” di Rocca di Papa, Roma.

Laboratori per bambini: sabato e domenica 16-17 e 22-23 ore 16.30;
costo 10€ a bambino, 5€ il secondo figlio.
Prenotazione obbligatoria

Inaugurazione: Mercoledì 12 Dicembre 2012 alle ore 18.30
Durata: 12 – 31 Dicembre 2012
Presso: Galleria Vittoria – Via Margutta, 103 – Tel. 06.36001878
A cura di: Galleria Vittoria e KORA Diffusione Culturale
orario galleria: lunedì / sabato 11.00-19.00 – fuori orario su appuntamento
www.galleriavittoria.com – info@galleriavittoria.com

Andrius Kovelinas

Inaugura il 22 novembre una mostra dedicata alle figure femminili ritratte dall’artista Andrius Kovelinas

I soggetti preferiti da Andrius Kovelinas sono le figure femminili. Dipingere la bellezza delle donne gli crea molta gioia e continuerà a farlo fino a quando ne avrà la possibilità.
“Le donne sono state disegnate dal Creatore in modo straordinario”
I suoi lavori sono tutti ad olio su tela, ma lo stile e la tecnica non sono per Andrius così rilevanti. La preparazione (l’idea) è per lui essenziale e richiede
molto tempo. Prima di iniziare un’opera su tela, Andrius si crea un disegno su carta. Lui stesso dice di non essere in grado di creare un’opera velocemente. A volte per terminare un lavoro impiega anche 3 mesi. Il risultato di ciò è la bellezza e la perfezione estetica.
“E’ bello pensare che ci siano persone che amano le mie opere. Quando qualcuno compra un mio quadro, lo appende nella propria casa, prende anche una piccola parte di me e della mia energia positiva”

Biografia
Fin dal 1980, Andrius Kovelinas ha esposto in Paesi come Lituania, Polonia, Slovacchia, Svezia, Francia, Ungheria, Italia ed Irlanda.
Ad Andrius è stato riconosciuto un importante Premio dall’Accademia delle Arti Anglo-Italiana.
Le sue opere sono esposte in Collezioni Pubbliche e Private di tutto il Mondo.

Nel 2012:
Esposizione presso la Galleria Gagliardi di Londra (UK)
AAF Roma 2012, Museo MACRO, Roma, Italia, (Ottobre 26-28) con l’Agenzia di arte contemporanea: Gall’Art Roma – con l’Agenzia di arte contemporanea: Gall’Art Roma – Italia 14th International Contemporary Art Fair, Zurigo, Svizzera (Ottobre 12-14), con l’Agenzia di arte contemporanea: Gall’Art Roma – Italia AAF Bruxelles – Belgio – 2013 con l’Agenzia di arte contemporanea: Gall’Art Roma – Italia

Inaugurazione: giovedì 22 Novembre 2012 alle ore 18.30
Durata: 22 – 30 Novembre 2012
Presso: Galleria Vittoria – Via Margutta, 103 – Tel. 06.36001878
A cura di: Tiziana Todi e Giovanna Gazzolo
orario galleria: lunedì / sabato 11,00-19,30 – fuori orario su appuntamento
www.galleriavittoria.com – info@galleriavittoria.com

Essenzialismo e Maschere di Luminita

Luminita, artista e pittrice rumena, inaugura la sua prima mostra personale alla Galleria Vittoria di Roma. Una selezione di opere dedicate al tema della “maschera” saranno esposte fino al 6 ottobre 2012.

Luminita inaugura la sua prima mostra personale, presentando una selezione di opere che ben illustrano la portata espressiva di questa pittrice.

Trasferitasi dalla sua terra natia, Focsani, in Romania, vive da tredici anni a Roma.
Dopo qualche anno in Italia, scopre la sua passione per l’arte e decide di intraprendere un iter artistico presso lo studio del Maestro Claudio Spada, il quale le fornirà degli ottimi strumenti per esprimere al meglio il suo innato potenziale.
La semplificazione dei volumi e la sua aspirazione all’essenzialità hanno una matrice diversa da quella che si potrebbe credere. Luminita, infatti, non vuole presentare il suo sguardo interiore sul mondo ma piuttosto portare il fruitore a ragionare sull’essenza di ciascuno di noi.
Molte sono le opere rappresentanti maschere, maschere che tutti i giorni, ciascuno di noi, in diverse situazioni, è costretto ad indossare.
La sua non è una semplice decostruzione figurativa, con l’abbandono dei particolari che caratterizzano la figura, l’artista vuole arrivare a descrivere l’essere nella sua forma più concreta, priva di quelle sovrastrutture che gli uomini acquisiscono fin dalla prima infanzia.
Nelle sue maschere i pochi segni che rimandano alla figura umana, creano forme così assolute ed essenziali da portare l’impronta dell’individualità vivente.
Nelle tele più prettamente geometriche possiamo notare costantemente qualche elemento che rimanda alla rappresentazione della realtà, ma inserito in uno spazio dove i colori hanno la pretesa e l’aspirazione di ampliare la tela stessa, di ricreare addirittura uno spazio oltre la tela, come se, per il grande impulso creativo di cui è feconda questa notevole artista, la circoscrizione della sua opera all’interno di uno spazio chiuso non fosse sufficiente.

Un’opera, quella di Luminita, che spazia da un “neo umanesimo”, che indaga l’Uomo con sguardo attento e colmo di pietas , assorbendo la semplicità di cui parla Brancusi per farsi accarezzare dalle scelte cromatiche di un altro notevole artista contemporaneo, Claudio Spada, ed approdare infine a soluzioni plastiche di un colorismo che sintetizza un’elaborazione della realtà complessa ed essenziale al tempo stesso.

Durata: 27 Settembre – 06 Ottobre 2012

Galleria Vittoria
Via Margutta, 103 – Tel. 06.36001878
A cura di: Tiziana Todi e Alessandra Lorenzetti
orario galleria: lunedì / venerdì 15,00-19,00 – fuori orario su appuntamento
www.galleriavittoria.com – info@galleriavittoria.com