Margherita Vicario – Giornate della Creativitŕ e dell’Innovazione 2012

Conosciamo piů da vicino i protagonisti di questo evento: oggi parliamo di Margherita Vicario

Le Giornate della Creativitŕ e dell’Innovazione sono “una due giorni” di eventi, convegni ed esposizioni, un luogo di incontro e confronto per gli attori della creativitŕ e dell’innovazione che operano nell’area metropolitana. Un momento per conoscere quello che sta succedendo, chi si sta distinguendo, quali sono le direzioni intraprese.

Continuiamo la carrellata di personaggi che presenzieranno durante l’evento. Oggi conosciamo Margherita Vicario.

Margherita Vicario č nata a Roma nel 1988.

Laureata presso la Link Academy – University of Malta in Performing Arts con 110 e lode, sceglie come argomento della tesi di laurea “Bertolt Brecht e la sua innovazione teatrale attraverso l’uso che fa della musica”. Inizia a lavorare come attrice soprattutto per fiction e film per la televisione (La ladra, R.I.S., Sei passi nel giallo, Benvenuti a tavola, A un passo dal cielo). Ha recitato in spettacoli teatrali, cortometraggi, videoclip, opere prime e nell’ultimo film di Woody Allen (To Rome with love).

Per quanto riguarda la musica, lavora come paroliere, compositrice e interprete di diverse canzoni per serie televisive  (Piper , Che Dio ci aiuti, I Liceali)  e cinema (Immaturi, Studio Illegale) affiancando musicisti come Stefano Cenci, Andrea Guerra, Francesco Cerasi.
Nel 2009 entra a far parte del gruppo romano “Marcello e il mio amico Tommaso”, dove suona la batteria e canta. Nell’edizione 2011 del 48hourFilmProject, vince i premi per Miglior Film, Miglior Attrice Protagonista e Migliori Musiche Originali con ‘Se riesco parto’, un cortometraggio -genere Musical- da lei scritto e diretto. Ha portato in scena nel febbraio 2012, il suo primo spettacolo di teatro canzone, ‘Lem Lem’ da lei scritto e diretto, all’interno della rassegna LET-Liberi Esperimenti Teatrali.

Leggi le altre biografie pubblicate:

Ilaria Gianni – Giornate della Creativitŕ e dell’Innovazione 2012

Conosciamo piů da vicino i protagonisti di questo evento: oggi parliamo di Ilaria Gianni

Le Giornate della Creativitŕ e dell’Innovazione sono “una due giorni” di eventi, convegni ed esposizioni, un luogo di incontro e confronto per gli attori della creativitŕ e dell’innovazione che operano nell’area metropolitana. Un momento per conoscere quello che sta succedendo, chi si sta distinguendo, quali sono le direzioni intraprese.

Iniziamo a conoscere gli ospiti che saranno presenti durante l’evento.
Dopo Caterina Gatta, Carlo Ratti, Fabio Gallia e Giorgio Zanchini, conosciamo meglio Ilaria Gianni.

Ilaria Gianni č curatrice e critica d’arte. Dopo essersi laureata in Storia dell’Arte, presso la Facoltŕ di Scienze Umanistiche dell’Universitŕ di Roma “La Sapienza”, ha ottenuto un MFA in Curating presso “Goldsmiths”, University of London.

Attualmente č co-direttore artistico della Nomas Foundation di Roma, dove ha curato le mostre personali di Else Leirvik, Nina Beier e Marie Lund, Etienne Chambaud, Michael Dean, Roslaind Nashashibi, oltre alle rassegne A Painting Cycle (Jessica Warboys, Julia Schmidt, Christopher Orr, Agnieszka Brzezanska, Luca Bertolo); A Film Cycle (Duncan Campbell, Anja Kirschner & David Panos, Renzo Martens, Deimantas Narkevicius, Hito Steyerl); A Performance Cycle (Ryan Gander, Pierre Leguillon, Tris Vonna-Michell, Patrizio Di Massimo). Nel 2008 ha co-fondato la casa editrice IM press, Londra/Roma e dal 2009 č associate del collettivo Art At Work. E’ Adjunct Assistant Professor of Art presso la John Cabot University di Roma e docente del Master of Art della Luiss Guido Carli di Roma.

Ha curato diverse mostre personali e collettive, tra cui Re-generation (Roma, 2012); Roommates/Coinquilini, MACRO (Roma, 2010); Voices from Silence, Galerie Opdhal (Berlino, 2010); Desiring Necessities, John Hansard Gallery, University of Southampton (Southampton, 2009); Fragile Currency, Klemm’s Galerie (Berlino, 2009); Flux Capacitor, Extraspazio (Roma, 2008, co-curata con Isobel Harbison); Behind, Galleria Monitor (Roma, 2008); Here Once again. Where Art and Cinema Interact, MOA e Loop Gallery (Seoul, 2008, co-curata con Hyunjoo Byeon and Jungmin Kwon); I desired what you were, I need what you are, Maze Gallery (Torino, 2008), e Step in Step out, Fondazione Adriano Olivetti (Rome, 2006/2007).

Ha inoltre coordinato mostre e conferenze per musei e contribuito con testi a vari cataloghi d’arte. Suoi scritti appaiono su riviste, quali Artforum, NERO, Lo Specchio+, Circa, Flash Art, Arte e Critica.

Gian Paolo Manzella – Giornate della Creativitŕ e dell’Innovazione 2012

Conosciamo piů da vicino i protagonisti di questo evento: oggi parliamo di Gian Paolo Manzella

Le Giornate della Creativitŕ e dell’Innovazione sono “una due giorni” di eventi, convegni ed esposizioni, un luogo di incontro e confronto per gli attori della creativitŕ e dell’innovazione che operano nell’area metropolitana. Un momento per conoscere quello che sta succedendo, chi si sta distinguendo, quali sono le direzioni intraprese.

Continuiamo la carrellata di personaggi che presenzieranno durante l’evento.

Dopo Caterina Gatta, Carlo Ratti, Fabio Gallia, Giorgio Zanchini e Ilaria Gianni, conosciamo meglio Gian Paolo Manzella.

Funzionario della Banca europea per gli investimenti, č attualmente distaccato presso la Provincia di Roma quale Direttore del Dipartimento Innovazione e Impresa e coordinatore dell’Ufficio Europa e Relazioni internazionali.

Laureato in giurisprudenza all’Universitŕ Roma La Sapienza, ha conseguito nel 1992 un master in International Relations alla Yale University. Ha lavorato presso la Banca Commerciale Italiana (1989-1990) e l’Autoritŕ garante della concorrenza e del mercato (1992-1993). Dal 1994 č funzionario della Banca Europea per gli investimenti. Nel corso degli anni ha lavorato quale esperto presso la Corte di Giustizia dell’Unione Europea, il Ministero del Tesoro, la Vicepresidenza del Consiglio.

Dal 2007, in vista dell’Anno europeo della creativitŕ e dell’innovazione, ha cominciato a seguire il tema delle industrie creative: ha fatto parte, nel 2008, della Commissione Santagata istituita presso il Ministero dei beni culturali ed ha contribuito alla realizzazione del Libro Bianco della Creativitŕ.
Nel corso dei suoi quattro anni presso la Provincia di Roma ha avviato i programmi RomaProvinciaCreativa, focalizzato sulle industrie creative, e Officina dell’Innovazione, diretto a promuovere il dialogo tra piccole e medie imprese e mondo della ricerca. Ha promosso la partecipazione dell’amministrazione ai progetti europei focalizzandola sui temi quali imprese creative, smart cities e nuove tecnologie applicate ai servizi pubblici, sviluppo sostenibile, inclusione sociale. Ha organizzato iniziative ed eventi di informazione e diffusione della cultura, delle politiche e dei valori europei, in particolare per le amministrazioni locali e per le scuole.

Č autore di numerose pubblicazioni in materia di diritto dell’economia su riviste specializzate. Nel 2011 ha pubblicato il volume “Una politica influente: Vicende, dinamiche e prospettive dell’intervento regionale europeo” (Svimez-Il Mulino).