Urban Memories. NY 1942/2012

Tre artisti, tre tecniche, tre cicli di opere, tre dimensioni temporali che si intrecciano per raccontare New York.

New York, esempio per eccellenza di come le metropoli del mondo viaggino alla velocitŕ della luce e le memorie del passato, pur avendo matrici differenti, nelle realtŕ del contemporaneo si confondano in denominatori comuni.
Dall’8 al 23 febbraio la Biblioteca Angelica di Roma ospiterŕ la mostra Urban Memories. NY 1942/2012: tre artisti, tre tecniche e tre cicli di opere che danno vita ad un meccanismo articolato fatto di tre temporalitŕ distinte, paradossalmente differenti e sincroniche, di spazi convergenti e distanti, dei tanti metodi possibili per scoprire la forma segreta di una cittŕ multipla e complessa, del tracciato nascosto ed enigmatico di una metropoli che lega il passato e il presente nel suo caleidoscopio dinamico di immagini, di oggetti e di vita proteso vorticosamente verso il futuro.
In mostra 58 lavori: 40 foto storiche dei collezionisti Stefano e Silvia Lucchini, 8 foto di Angelo Bucarelli e 10 opere di Jonathan Guaitamacchi.

Inaugurazione giovedě 7 febbraio, ore 19.30
Biblioteca Angelica – Galleria
via Sant’Agostino, 11

L’inaugurazione sarŕ preceduta alle ore 18.00 nel Salone Biblioteca Angelica dall’incontro Urban Memories. NY 1942-2012 al quale interverranno:
On. Furio Colombo, editorialista e scrittore
Nicholas J. Giacobbe, addetto culturale dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America
Arch. Franco Purini, Universitŕ degli Studi La Sapienza di Roma
Prof. Lorenzo Canova, storico e critico d’arte, Universitŕ degli Studi del Molise

Lascia un commento