PATTO PER LA LETTURA: LATINA 2018

Roma, 10 dicembre 2018

Per “Più libri, più liberi”: il Patto per la lettura arriva da Latina

Il Patto per la lettura, promosso dal Comune di Latina per il premio “Città che legge 2018”, s’inserisce il 7 dicembre tra le proposte della Rassegna di “Più libri più liberi” al Convention Center “La Nuvola” nel dinamico quartiere di servizi dell’Eur a Roma.

Così, in occasione della nota Fiera annuale per la piccola e media editoria, si presentano i primi risultati delle iniziative organizzate nella Città di Latina per leggere di più.

Il Patto accresce la partecipazione alla vita cittadina” – dice la Prof.ssa Francesca Traclò, docente dei corsi sui processi partecipativi della School of Government presso l’Università “Tor Vergata” di Roma che ha seguito gli sviluppi del progetto.

Il caso di Latina, infatti, rende evidente che “le capacità individuali di prendere parte in modo stabile alle attività che interessano sono importanti per creare, fin dall’inizio, gruppi di persone che lavorano bene in vista di un comune obiettivo”.

“Ecco la terza missione che si affida oggi all’università” – dice il Prof. Alessandro Hinna, tra i promotori della School of Government” – “Si tratta – sottolinea il docente – di valorizzare il capitale delle relazioni sociali quando, nei contesti urbani ricchi di cultura, s’inizia a collaborare per un fine comune: crescere”.

L’idea che le relazioni valgono si sviluppa nella Città di Latina, caratterizzata da un centro e da più Periferie, diverse e distanti, formate dai Borghi creati con la Bonifica. L’esperienza del Patto per la lettura mostra che le Periferie si avvicinano al Centro, grazie all’operosa attività delle numeroseassociazioni attive per il territorio.

Infatti, l’Assessore alle Politiche Culturali per il capoluogo pontino, Silvio Di Francia, osserva che “gli spazi condivisi del Comune, aperti alla lettura, diventano oggi più liberi per tutti”.

La visione partecipativa emerge, in particolare, dalle interviste ai protagonisti del Patto, raccolte in un breve video, trasmesso in rassegna, che documenta il diverso grado di coinvolgimento nelle iniziative intraprese.

Dopo le prime campagne informative per promuovere i “Nati per leggere” presso le Asl, ora si continua a lavorare nella Biblioteca comunale di Latina per collaborazioni dirette e proficue con le librerie.

Tra le iniziative di successo, si confermano le letture nelle Scuole e si sperimentano i Flash Mob”, brevi ed efficaci improvvisazioni teatrali per libere frasi d’effetto che i ragazzi, diretti da brave insegnanti, possono rappresentare anche in Fiera sorprendendo il pubblico dei visitatori.

“Il patto per la lettura fa bene e si coltiva” – conclude la Dott.ssa Francesca Cirulli, Responsabile per la Biblioteca di Latina che, insieme agli Uffici comunali, proseguirà con determinazione le prossime iniziative previste.

Condividi!

I commenti sono chiusi.