PATRIZIA PIERONI – ARSENALE

Uno spazio nel cuore della capitale dove la moda e l’arte si incontrano e dialogano all’insegna di un’originale creativitŕ

Fashion designer e collezionista d’arte Patrizia Pieroni unisce le sue passioni all’interno dell’Arsenale, lo spazio che ha trasferito in via del Pellegrino a Roma, dopo oltre quindici anni di attivitŕ in via del Governo Vecchio. Dopo un debutto nell’interior design newyorkese degli anni ottanta, Patrizia torna in Italia dove diviene consulente di alcune linee di prét-ŕ-porter, sportswear e moda mare. Successivamente apre il suo concept store dove si dedica alla vendita di moda e accessori al centro della capitale. Oggi lo rinnova continuando, perň, a strizzare l’occhio all’arte. Lo store, infatti, ha una duplice funzione: al piano rialzato trova posto una galleria “total white” dove prendono vita performance, mostre d’arte ed esposizioni di moda. Un ambiente eclettico e un po’ multidisciplinare che, non solo rispecchia la personalitŕ di Patrizia, ma regala spunti di originale creativitŕ. Il lavoro di Patrizia Pieroni nasce dall’osservazione della realtŕ che la circonda. Ogni persona, suono, colore, sensazione che conosce o assapora trova spazio nelle sue creazioni. Una riflessione che si sposta nel dibattito da sempre affrontato anche dagli artisti, ovvero la relazione, ma soprattutto l’equilibrio tra forma e materia. Proprio ciň che Patrizia Pieroni dice di voler trasmettere con le sue creazioni. Il suo lavoro č tutto orientato a “far diventare la moda un linguaggio”. Proprio attraverso questa forma di comunicazione, infatti, la stilista esprime un’anima contemporanea che si alimenta dell’idea di bello che poi si esprime nell’arte di cui lei č anche collezionista. Il fatto che si diletti nel collezionismo rende il suo sguardo avvezzo alle valenze estetiche e attento nel selezionare forme, colori e materie prime in grado di esprimere, attraverso abiti e accessori, tutto la loro potenziale bellezza. Proprio in quest’ottica si colloca il suo desiderio di “avviare collaborazioni con le realtŕ museali del territorio”. Naturalmente quelle che concepiscono la moda come qualcosa di equiparato all’arte. In ogni caso, in attesa che questo avvenga, Patrizia si gode il suo concept store, piccolo museo di arte e moda, presentato con una citazione: “You can either buy cloche or buy picture, diceva Gertrude Stein, l’inventrice del Cubismo letterario, collezionista di Matisse, Cézanne e Picasso. Sorry Madame, anzi: buone notizie. Da Patrizia Pieroni a Roma, non bisogna piů scegliere tra quadri o vestiti”.
www.patriziapieroni.it

Lascia un commento