MONICA RAMETTA

Tante idee per il cinema, la televisione e il teatro, una grande capacit� di una grande capacità di scrittura e l’amore per la sua citt�

Regista, sceneggiatrice e scrittrice, Monica Rametta fin dagli esordi si trova a contatto con personalità quali Giuseppe De Santis, Annie Girardot e Nikita Michalkov, mentre collabora come attrice e sceneggiatrice con i registi Corso Salani, Laura Muscardin, Marco Puccioni, Ivan Cotroneo e Pappi Corsicato. Come coronamento di una carriera brillante ha ricevuto nel 1997 il Premio Solinas. Il suo nome, inoltre, � legato anche ad importanti prodotti televisivi. Ha scritto, infatti, diverse fiction come �Medicina Generale� e �La principessa Sissi�, entrambe per Rai Uno, mentre � editor e sceneggiatrice delle tre le serie di �Tutti pazzi per amore�. Non solo cinema e televisione per�, ma anche teatro visto che per esso ha adattato la novella �La volpe� di D.H. Lawrence, andata in scena nella stagione teatrale 1994-95 al Teatro Garage di Genova e al Teatro Colosseo di Roma. La passione per il cinema � la forza portante del lavoro di Monica Rametta. �Io sono una sceneggiatrice, il mio lavoro � legato alla fase iniziale della creazione: quando le idee si affacciano, si elaborano e alla fine si scrivono. Credo che l�originalit� nella scrittura stia nel fatto di non accontentarsi, di non prendere le prime idee che si presentano pensando che siano le migliori. Inoltre bisogna saper cambiare, accogliere le idee dei collaboratori. La scrittura � anche un lavoro di gruppo�. L�importante � riconoscersi nel proprio lavoro ed emozionarsi nel vederlo finalmente realizzato; la condivisione di tale emozione � la cosa dalla quale si esprime il successo di un�idea: �Penso che se qualcosa emoziona me, forse pu� emozionare anche altre persone, non importa quante. La condivisione delle emozioni � il risultato pi� soddisfacente, per chiunque faccia un lavoro creativo�. Il lavoro di Monica non � legato a un particolare territorio, ma indubbiamente la realtà romana � molto presente, considerato che la capitale fa spesso da sfondo ai suoi scritti e alle sue sceneggiature. �Roma � la mia città, dove sono nata, dove lavoro ed � una citt� che continua a piacermi, malgrado tutto e che spesso mi sono ritrovata e mi ritrovo a raccontare nelle cose che scrivo. In pratica, la mia collaborazione con la realtà romana � già in atto e ho il sospetto che continuerà ad esserlo per parecchio tempo�.

Lascia un commento