MARIA ROSA SOSSAI – ESTERNO22

Quando arte ed educazione si danno la mano il viaggio puň essere affascinante e si puň arrivare lontano

Maria Rosa Sossai č una critica d’arte, curatrice, autrice letteraria e docente di “Linguaggi multimediali” presso l’Accademia Cignaroli di Verona. Tra le rilevanti iniziative di cui si č occupata si annoverano progetti ‘site specific’ per il Museo d’Arte Contemporanea MAN di Nuoro, la mostra internazionale “Sounds & Visions Artists’ Films and Videos from Europe. The Last Decade” del Tel Aviv Museum e la collaborazione con l’artista Avelino Sala per l’esposizione “L’arte dell’ospitalitŕ”, tenutasi presso l’Accademia Reale di Spagna a Roma. Nel 2010 ha fondato insieme a un collettivo di studenti esterno22, un’associazione culturale non profit che si pone come terreno d’incontro tra il mondo dell’educazione e l’arte contemporanea, per stimolare il pensiero mediante approcci alternativi basati sulla ricerca e sulla partecipazione concreta condivisa. esterno22 č il frutto di una serendipity, scoperta inaspettata avvenuta mentre si stava cercando altro. “Č nato un po’ per caso. Dovevo costituire un’associazione culturale per un progetto che poi non č andato in porto e avevo chiamato a raccolta alcuni miei ex studenti. A quel punto abbiamo iniziato a lavorare in un ambito che riteniamo realmente importante, quello dell’educazione attraverso l’arte contemporanea. Credo che uno dei suoi punti di forza consista nella sua composizione piuttosto inusuale: studenti che ragionano insieme ai creativi di come si possa trasmettere il sapere attraverso l’arte”. esterno22 si rivolge infatti principalmente ad allievi della Scuola Superiore, delle Accademie e dell’Universitŕ, ma anche a coloro che sono interessati a una libera e aperta circolazione dei saperi. Gli obiettivi dell’associazione, infatti, “riguardano la possibilitŕ di creare dei prototipi di apprendimento/insegnamento validi non solo per la fascia scolare ma anche per gli adulti, nell’idea che l’esercizio della sperimentazione sia uno strumento formidabile per essere felici”. L’approccio pratico prevede workshop e laboratori con artisti ed esperti dei differenti linguaggi culturali. “Č un’attivitŕ soprattutto di carattere progettuale, la quale tiene conto del fatto che si impara facendo. Ovviamente c’č una base teorica importante sulla scia degli insegnamenti di intellettuali che hanno cambiato i modi di insegnare, come Munari”. esterno22 ha solo un anno di vita ma ha giŕ collaborato con alcune delle realtŕ piů interessanti dell’arte contemporanea romana, come la Nomas Foundation e la Fondazione Pastificio Cerere, sede ospitante di quest’anno.
www.esterno22.com

Lascia un commento