LUCA LO PINTO e VALERIO MANNUCCI NERO

Curatore della mostra “When in Rome” Lo Pinto, in collaborazione con Mannucci, porta a Los Angeles gli artisti del territorio romano

Nero è un magazine trimestrale di cultura contemporanea, nato nel 2004, e distribuito nelle principali città internazionali. Accanto al magazine, il team di Nero si occupa anche della curatela, direzione artistica e produzione di eventi e mostre d’arte contemporanea. Realizza inoltre libri e cataloghi per conto di musei, fondazioni ed enti privati. Il team di redazione, composto da artisti, musicisti, designer, stilisti e giovani critici, raccoglie interviste, retrospettive, progetti artistici, e molto altro. A raccontarci Nero è Luca Lo Pinto, editor insieme a Valerio Mannucci, che spiega che “da un punto di vista contenutistico, il nostro è un approccio che non guarda esclusivamente alla città di Roma. Ci troviamo a Roma, ma potremmo benissimo essere a Istanbul, Berlino, Beirut. La debolezza di Roma non riguarda la città in sé, ma il paese in generale. Le riviste con occhio internazionale sono poche, così come i fondi e gli aiuti. Oltre a questo, il pubblico di Roma è poco vicino all’approccio contenutistico e culturale che noi utilizziamo”. Con una tiratura che raggiunge le 60.000 copie, Nero ha rafforzato la presenza sul territorio nazionale ed è distribuito in una rete selezionata di musei, gallerie d’arte, club, concept stores, librerie, negozi di musica e cinema, oltre ad essere distribuito nelle più prestigiose manifestazioni culturali del panorama nazionale ed europeo. Il magazine si rivolge a un pubblico dinamico “che non si accontenta di essere informato, ma vuole partecipare, giudicare e riconoscersi in un immaginario dalla forte personalità, un’audience trasversale e cosmopolita che ha un interesse per l’arte, per la musica e il lifestyle contemporaneo. “Nero è una comunità aperta che ospita pensieri e immagini, ed è concepito come oggetto da collezionare. Con una grafica innovativa, un atteggiamento attento ma anche irriverente, Uno stile inedito e personale, un linguaggio consapevole, la voglia di scoprire il lati meno indagati del mainstream e quelli più ambigui dell’underground”. Accanto al cartaceo, c’è poi il sito che, oltre a una serie di servizi strategici di brand communication, “offre ai suoi lettori un immaginario culturale e visivo diverso dal magazine, arricchito da contenuti multimediali. Un upload quotidiano di notizie, recensioni, immagini, video e musica contraddistinte da una selezione attenta con l’obiettivo di offrire un prodotto ricercato”. Per quanto riguarda la scena creativa romana, per Luca Lo Pinto, “da un punto di vista istituzionale non si può negare che l’atmosfera culturale a Roma negli ultimi anni è cambiata…, è innegabile che la città sta crescendo, bisogna solo vedere i frutti che darà”.
www.neromagazine.it

Lascia un commento