FABIO QUARANTA MOTELSALIERI

Laboratorio di idee che presenta per AltaRoma AltaModa la nuova collezione dello stilista, artista e designer austriaco: Poell

“Quale sia la mia attivitŕ e come sia nata č sempre difficile definirlo. Sicuramente č la combinazione di una serie di circostanze con l’ostinata tenacia di voler fare un buon lavoro. Ogni giorno cerchiamo di stravolgere la normalitŕ cercando continui stimoli nel cambiamento”. Nato nel 1977, Fabio Quaranta vive e lavora a Roma. Artista poliedrico, nel corso della sua carriera Fabio partecipa a numerose installazioni e mostre in Italia e all’estero ospitate presso il Rialtosantambrogio, l’Angelo Mai e il Brancaleone di Roma, la Fonoteca di Napoli e l’Apartment Galerie di Berlino. Nel 2004 Fabio dŕ vita al marchio FQ e, contemporaneamente, produce la prima scarpa customizzata e di produzione limitata, FQ Shoes con la quale partecipa alla manifestazione AREA organizzata dall’Association International des Artistes Indipendentes a Parigi presso l’Éspace Saint Martin. Nel 2006 FQ si trasforma in un total look e prende il nome di FQR, sfilando a Parigi nell’Éspace Saint Martin con la prima collezione di abbigliamento per uomo. Č sempre nel 2006 che Fabio si trasferisce nel Motelsalieri a Roma. “Motelsalieri nasce nel 2006. Č un luogo che fugge le definizioni, dove, flussi, visioni, incontri e ogni altro esperimento creativo, si fondono per animare lo spazio e generare idee. Il nome Motelsalieri richiama una fusione ambigua, quella tra Antonio Salieri, compositore noto per la presunta rivalitŕ con Mozart, e il motel come luogo ospitante, aperto. Nasce dal desiderio di esprimere marcatamente una vocazione, un nuovo concetto di spazio, un laboratorio dove vengono proposte combinazioni artistiche, oltre i confini di un’etichetta”. Nel 2007 Fabio Quaranta fonda un collettivo che si occupa di comunicazione creativa e lavora sotto lo pseudonimo di Antonio Salieri, mentre nel 2009 insieme a Grace Fisher apre lo store all’interno del Motelsalieri. “Il Motelsalieri č frequentato da artisti che provengono da situazioni non convenzionali e la nostra passione per questi diversi campi ci porta a lavorare a un immaginario comune. Siamo convinti che esiste un confine, anche se a volte sottile, tra arte, musica e design, ma ciň non toglie che un grande artista come David Tibet (musicista e fondatore dei Current 93, gruppo storico del “folk apocalittico” londinese) non possa avere parallelamente una florida carriera da artista visivo”. Tra gli artisti presentati al Motelsalieri: Naki Knife, Cristian Bugatti, David Tibet, Orazio Battaglia, Simone Pappalardo, Daniel Johnston, Stato di Famiglia, Gianni Colosimo, Grace T.W. Fisher, Zaelia Bishop e Federico Gutierrez Schott. “Roma č la cittŕ dove ogni creativo vorrebbe vivere, anche se bisognerebbe risvegliare la sensibilitŕ sopita dei romani. La cittŕ, per avanguardie, non ha niente da invidiare a qualsiasi capitale europea. Il nostro ambizioso obiettivo č far socializzare queste realtŕ, a volte nascoste a volte timide, riuscire a essere formalmente parte di un progetto “collettivo” (una specie di mappatura) che possa essere un punto di riferimento della contemporaneitŕ romana”.
www.antonio-salieri.com
www.motelsalieri.org

Lascia un commento