DNAppunti coreografici – bando 2018

DNAppunti coreografici è un progetto di sostegno per giovani coreografi italiani, strutturato in diverse fasi di ricerca e creazione – raccolta delle proposte, visione degli studi, residenze creative, contributo alla produzione. Obiettivo del progetto è quello di individuare un giovane coreografo italiano con una idea da sviluppare a cui offrire un percorso di ricerca con sostegni eterogenei: residenze creative itineranti, risorse economiche e visibilità. Attraverso un meccanismo condiviso e paritario i partner selezioneranno i 6 partecipanti che presenteranno il 21 ottobre 2018 a Roma i loro appunti coreografici. Una giuria di esperti individuerà e assegnerà al progetto con maggiore potenziale il percorso di sostengo alla ricerca per il 2019.
DNAppunti coreografici è rivolto a giovani coreografi italiani nati nel 1983 e negli anni successivi – under 35. Ogni partecipante può presentare un singolo progetto di coreografia.
Il progetto presentato deve essere inedito o ancora in via di sviluppo. Non saranno ammessi progetti già presentati al pubblico ad eccezione della forma in studio o di residenza aperta.
La commissione valuterà i progetti degli autori candidati e selezionerà i 6 coreografi che potranno presentare i loro appunti coreografici durante la serata finale di Roma il 21 ottobre 2018 presso uno spazio da definire. Durante la serata finale ciascuno degli artisti dovrà presentare 10 minuti della coreografia proposta nella propria candidatura. Sarà possibile introdurre il proprio lavoro prima dell’esecuzione della coreografia. È possibile richiedere all’indirizzo email dnappunticoreografici@gmail.com scheda tecnica e pianta dello spazio utilizzato per la presentazione dei lavori. 

Premi
Al termine della presentazione la giuria di esperti proclamerà il giovane coreografo che otterrà il supporto per lo sviluppo della propria idea coreografica nell’anno 2019 così impostato:

  • Operaestate Festival/CSC Centro per la scena Contemporanea del Comune di Bassano del Grappa s’impegna ad ospitare l’artista vincitore in una residenza coreografica (nel 2019) e a coprire le relative spese di spazi prove, spese di viaggio e alloggio (con prima colazione) a Bassano del Grappa. Durante la residenza verranno organizzati incontri con il pubblico locale e la presentazione dello studio del progetto ospitato alla fine del periodo di ricerca coreografica.
  • Fondazione Romaeuropa s’impegna a prendere a carico per ogni coreografo selezionato una somma omnicomprensiva di 250 euro lorde per la presentazione a Roma tra il 18 e il 21 ottobre dei progetti selezionati in occasione della premiazione del vincitore di DNAppunti coreografici e a sostenere il progetto vincitore con l’assegnazione di un contributo alla ricerca di 1.500 euro e la presentazione del lavoro con una replica a cachet di 1.500 euro omnicomprensivo nel Festival 2019. 
  • L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino s’impegna ad ospitare l’artista selezionato in una residenza coreografica presso il Teatro Dimora di Mondaino (nel 2019). La residenza prevede: l’alloggio gratuito presso la Casa Foresteria Arboreto; l’uso della dotazione tecnica del Teatro Dimora; la collaborazione del tecnico per l’allestimento e lo smontaggio; un contributo economico per la realizzazione della residenza creativa. Sono previsti: un incontro con i ragazzi delle scuole elementari o medie; una prova aperta al termine residenza. L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino si riserva la possibilità di condividere l’attività di residenza a Mondaino con altre strutture e associazioni teatrali del territorio.
  • Gender Bender inserisce il progetto selezionato nel programma 2019 del festival. Offre alla compagnia un cachet fino a 2.000 euro per 2 repliche, più la scheda tecnica e le spese di viaggio e alloggio, e ne promuove la visibilità presso il pubblico e gli operatori presenti. Inoltre, mette a disposizione dell’artista selezionato una serie di possibili attività utili per un’ulteriore messa a punto del lavoro: conversazioni con il pubblico e consulenze e feedback da parte degli operatori ospiti del festival. 
  • Cango/Centro di produzione sui linguaggi del corpo e della danza di Firenze – Compagnia Virgilio Sieni sosterrà l’artista selezionato offrendo una residenza coreografica e la possibilità di presentare il progetto nell’autunno del 2019 con un contributo di 2.000 euro più la scheda tecnica e le spese di viaggio e alloggio per i componenti della compagnia. Alla fine della presentazione è previsto un incontro con il pubblico e gli operatori. 
  • Fondazione CRT Centro Ricerche Teatrali/Teatro dell’Arte sosterrà l’artista selezionato con una residenza coreografica a Milano offrendo opportunità di confronto per lo sviluppo del lavoro e la possibilità di presentare il progetto in Lombardia nel 2019 con un contributo di 1.500 euro più scheda tecnica. 

Il giovane coreografo/compagnia selezionato per l’edizione 2018 verrà contattato da un referente di ciascuna struttura per concordare i periodi di residenza e di presentazione del lavoro.
È possibile inviare la propria candidatura entro il 5 maggio 2018 compilando il modulo di iscrizione online. 

Il bando completo è consultabile su Romaeuropa.net.

Informazioni

Sito web: https://romaeuropa.net

copyright: www.informagiovaniroma.it

Lascia un commento