Hogre @ QOS

Quinto appuntamento di Quasar Outer Space / / / Oltre Spazio Quasar con la lecture Street.Art. di Hogre – Pensiero laterale e disordine come sistema alternativo all’ordine. Giovedì 19 maggio dalle ore 18:00 presso la sede dell’Istituto in Via Nizza 152 a Roma.

“Ordine è l’assetto razionale di qualcosa nello spazio e/o nel tempo. Un oggetto, o un insieme di oggetti, sono definiti “in ordine” se si trovano all’interno di uno schema, raggruppati per insiemi che li rendano facilmente distinguibili e dunque conoscibili. L’ordine ci permette di servirci di un oggetto nei limiti della sua funzione, ma diventa d’intralcio per il progresso. L’invenzione, l’idea creativa si verifica nel momento in cui troviamo un nuovo impiego o diversi accostamenti tra vecchi elementi. Imparando a distinguere le funzioni tra i possibili accostamenti, il disordine diverrebbe il miglior alleato per un andamento verso il futuro”.
Hogre, 2011

Nella video-conferenza-performance sulla Street Art il pubblico di Quasar Outer Space / / / Oltre Spazio Quasar entrerà nel disincantato e vivace metodo creativo dell’artista romano Hogre. Interventi di Guerrilla Marketing, Flash Mob, una locandina – stencil appositamente ideata per QOS in collaborazione con Alienlog, tips & tricks: sono solo alcuni degli ingredienti esplosivi che faranno di questo quinto appuntamento un evento imperdibile!

Hogre è il tag che endemicamente imprime e lascia un segno unico sulla metropoli. Esponente di spicco della street art capitolina, l’artista infiamma da anni i muri romani con la sua straordinaria verve creativa, attirando l’attenzione anche della critica internazionale.
Nella tagliente e “disordinata” street art di Hogre tutto diventa possibile: gli uomini ragionano con teste a forma di lecca-lecca, orripilanti draghi diventano incoronati sacerdoti di astruse religioni urbane, cavalieri medioevali cavalcano i miti della modernità.

QOS 2011
La lecture di Hogre è il quinto appuntamento di Quasar Outer Space / / / Oltre Spazio Quasar 2011, la risposta dell’Istituto Quasar all’attuale tendenza evolutiva nel lavoro, nell’arte e nella vita, che sta rendendo sempre più variabile il concetto tradizionale di professione. QOS coinvolge i principali protagonisti del panorama artistico contemporaneo, tra cui designers, grafici, architetti, fotografi, artisti e studiosi, che ne esplorano i limiti ampliandone senso e potenzialità.

Il prossimo ospite di QOS 2011 sarà Fulvio Bonavia: la sua lecture sulla object.visionary.photography. si svolgerà il 14 giugno 2011.

Hogre
Primogenito dei quattro figli di Domenico e Susanna Fontanarossa, poco si sa della sua vita fino al 1470, se non il fatto che iniziò a navigare all’età di quattordici anni, come lui stesso afferma in una lettera.
Dopo aver prestato servizio sotto Renato d’Angiò, nel 1473 iniziò l’apprendistato come agente commerciale per i traffici di merci gestiti dalle famiglie Centurione, Di Negro e Spinola.
Tra il 1474 ed il 1477 fu in Grecia, Portogallo, Inghilterra, Irlanda e Islanda. Verso il 1479 si trasferì a Lisbona, continuando a commerciare per la sola famiglia Centurione.
In questo periodo sposò Mrs Butcherry, dalla quale nel 1481 ebbe un figlio, Diego, e poco tempo dopo si trasferì a Lisbona, dove il fratello Bartolomeo lavorava come cartografo. Fu probabilmente in questo periodo della sua vita, tra il viaggio a Galway e in Islanda nel 1477, e il soggiorno a Madeira ed il successivo a Lisbona nel 1479, che nella sua mente iniziò a prendere forma il disegno della rotta breve per le Indie.

Ideazione e Coordinamento QOS Quasar OuterSpace / / / Prof. Carlo Prati

Info e Prenotazioni:
06.8557078 – www.istitutoquasar.com

Istituto Quasar Design University Roma
Via Nizza 152 – 00198 Roma
eventi@istitutoquasar.com – +39 06 8557078
www.istitutoquasar.com

La new media art @ QOS

Giovedì 21 Aprile con la lecture di Vito Campanelli si è svolto il quarto appuntamento di QOS Quasar OuterSpace, evento articolato in 6 incontri  volto a documentare le ricerche e le sperimentazioni più innovative nel mondo della creatività, dell’arte e del design. ?Prossimo appuntamento: Street.Art. con Hogre – 19 maggio 2011 h 18:00 – presso la sede dell’Istituto Quasar in Via Nizza 152 – Roma.

La lecture di Vito Campanelli “Net.Art.Media.Activism.” è stato il quarto appuntamento di QOS Quasar Outer Space / / / Oltre Spazio Quasar, la rassegna di eventi culturali dell’Istituto Quasar Design University Roma, ideata e coordinata dal Prof. Carlo Prati.

In risposta all’attuale tendenza evolutiva nel lavoro, nell’arte e nella vita, che sta rendendo sempre più incerto il concetto tradizionale di professione, QOS coinvolge i principali protagonisti del panorama artistico contemporaneo, tra cui designers, grafici, architetti, fotografi, artisti e studiosi, che ne esplorano i limiti ampliandone senso e potenzialità.

Il quarto importante ospite di QOS è stato Vito Campanelli, teorico e docente universitario dei nuovi media e delle arti digitali, autore del celebre studio sulle modalità percettive dell’era digitale “Web Aesthetics: How Digital Media Affect Culture and Society”.

Nella lecture “Net.Art.Media.Activism.”- appositamente pensata per QOS – Vito Campanelli ha evidenziato come il dialogo e l’interazione instabile tra percezione ottica e tattile sia da sempre una costante evolutiva e interpretativa dell’arte.

Il pubblico intervenuto è stato condotto attraverso le ere più prolifiche dal punto di vista culturale e creativo. Dalla “presenza” misteriosa e scultorea della pittura-altorilievo degli antichi egizi fino alle sperimentazioni dei “nuovi” artisti che utilizzano il web e l’interaction design come materiali espressivi esclusivi.

Vito Campanelli ha attraversato le diverse epoche storiche utilizzando come bussola ideale la consapevolezza dell’occhio (ottico) e la fisicità della visione (tattile), oggi fusi in un equilibrio instabile nei nuovi media digitali. Facebook, i video di Youtube, le VJ performance, il Web 2.0, l’interattività: sono gli esempi odierni di questo fil rouge percettivo che accomuna nel tempo arte e forme di comunicazione.

Il quinto ospite di QOS 2011 sarà Hogre: la sua lecture sulla Street.Art. si svolgerà il 19 maggio 2011.

Info e Prenotazioni: www.istitutoquasar.com – 06.8557078

Istituto Quasar Design University Roma
Via Nizza 152 – 00198 Roma
Tel. + 39.06.8557078 – eventi@istitutoquasar.com
www.istitutoquasar.com

Francesco Morace a Talking IED

L’ospite del quarto appuntamento dei Talking IED ispirati al tema dell’anno accademico creative commons, è Francesco Morace, sociologo, scrittore e giornalista che lavora da oltre venti anni nell’ambito della ricerca sociale e di mercato.

Presidente di Future Concept Lab, dove è responsabile dei programmi di ricerca MindStyles, Genius Loci, Street Signals e Happiness, Morace è consulente strategico di Aziende e Istituzioni italiane e internazionali.

Allo IED Morace terrà un intervento di grande attualità esprimendo le sue considerazioni sulla crisi economico-finanziaria che si è abbattuta come un ciclone sul mondo dell’economia, dei consumi e sull’esistenza delle persone. Come sarà lo scenario dopo la crisi economica? Come cambieranno i settori della produzione e della comunicazione?

Il sociologo risponderà a questi quesiti proponendo la sua visione futura dove sostenibilità, condivisione, salute, qualità del tempo e il valore del quotidiano corrispondono ai nuovi modelli di business per un rinnovato made in Italy dell’eccellenza.

FRANCESCO MORACE
5 maggio 2011  – dalle 18.30 alle 20
IED Roma – via Branca 122

Interactive Shopping Project

Roma inizia a parlare i nuovi linguaggi dell’Interaction Design, una disciplina che mette al centro dei processi creativi tradizionali la riflessione sullle potenzialità relazionali che le tecnologie invisibili del digitale innescano nel progetto di spazi, di luoghi, di edifici, città, ambienti, prodotti e servizi.

La città si arricchisce in questo settore anche attraverso l’esperienza progettuale e la conoscenza applicata dello IED che dal 2010 ha avviato con il IX Municipio di Roma una collaborazione importante, l’Interactive Shopping Project

Il 3 maggio nella vetrina centrale della biblioteca IED di via Casilina verranno presentate quattro installazioni interattive. Il progetto risponde alla sfida: come si può animare l’esperienza di acquisto sulla via dello shopping più lunga d’Europa con un intervento d’impatto, accativante, e allo stesso tempo immateriale e leggero?  La risposta è Interactive Shopping Project, un progetto interdisciplinare che coinvolge un gruppo di studenti provenienti dai diversi dipartimenti dello IED di Roma, coordinati dal’Art Director Daniele Mancini e dal Direttore di IED Design, Laura Negrini. Lo scopo è di generare una riflessione sui temi del consumo, dello shopping e dell’intrattenimento come generatori di creatività e modificazione del paesaggio metropolitano. Già a dicembre dello scorso anno in occasione nel lancio del Nuovo Centro Commerciale Naturale “Appia New” – La Vetrina più lunga d’Europa, iniziativa avviata dal IX Municipio con l’Associazione Commercianti Appia, un gruppo interdisciplinare di studenti e docenti IED aveva allestito le vetrine e gli interni di alcuni negozi di Via Appia con installazioni interattive per sperimentare un’esperienza di shopping innovativa.

Il tema scelto per le vetrine che si animeranno nell’appuntamento del 3 maggio, rappresenta una riflessione sul rapporto tra l’uomo e la natura nella metropoli contemporanea mediata dalle tecnologie digitali: il Green Village. Le nuove installazioni indagano le relazioni tra alcuni gesti fatti nel reale e le inaspettate conseguenze nel virtuale. Saranno quattro i setting con cui i visitatori potranno interagire e vivere un’esperienza interattiva.

3 maggio 2011  - 19.30 - 21.30
Biblioteca IED Roma  - via Casilina, 47

12° Master in Hypergraphics

Parte il 13 maggio 2011 la 12ma edizione di Hypergraphics, percorso completo avanzato di modellazione, texturing e animazione 3D complessa basato su Maya. Presentazione: martedì 19 aprile alle ore 18:30 presso la sede dell’Istituto Quasar – Via Nizza 152 – Roma.

L’Istituto Quasar organizza, con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, la dodicesima edizione del MASTER IN HYPERGRAPHICS 3D, per la gestione e la realizzazione di progetti 3D di qualunque genere e tipo per stampa, video e report su altri medium audiovisivi per elaborati finali statici (tavole) e dinamici (animazione 3D).

Il Master, rivolto a chiunque voglia imparare l’animazione 3D complessa, gli effetti visuali e di post processing e la visualizzazione statica ed animata, permette anche il conseguimento dei certificati Autodesk per i software previsti, grazie alla didattica certificata dell’Istituto Quasar – Autodesk Authorized Training Center.

Fondato dall’Istituto Quasar nel 1999 e giunto alla sua dodicesima edizione, è stato il primo Master del settore e la sua particolare frequenza di venerdì sera e sabato mattina lo rende adatto a chi ha impegni durante la settimana o è fuori sede. La durata è di 800 ore con esercitazioni assistite (tutoraggio on line).

I migliori lavori realizzati dagli studenti del Master sono oggetto di pubblicazione sulle testate Imago Edizioni (casa editrice leader in Italia nel campo della computer grafica) e tramite altri canali editoriali dell’Istituto Quasar.

La presentazione della dodicesima edizione, a cura del coordinatore del Master Antonio De Lorenzo, si terrà martedì 19 aprile 2011 alle ore 18:30.

Info e Prenotazioni: 06.8557078 – www.istitutoquasar.com

Istituto Quasar Design University Roma
Ufficio Stampa
Via Nizza 152 – 00198 Roma
+39.06.8557078 – stampa@istitutoquasar.com
www.istitutoquasar.com