Babirussa

“Tutti noi abbiamo sperimentato personalmente la delusione che si prova quando, per mille motivi, non compriamo subito un oggetto che ci piace in un mercatino, e una volta finito non sappiamo come rintracciare il venditore”. Questa sensazione che raccontano Andrea Fiacchi, Alessandro e Barbara Baldacchini, è l’intuizione alla base del progetto Babirussa.it, un portale dove vendere e comprare oggetti fatti a mano. Qui il mondo dell’artigianato esce dalla sua dimensione locale per entrare in quello globale della rete. L’hand-made migra in una piattaforma virtuale senza però rinunciare ai valori della tradizione artigianale. Il sogno dei creatori di Babirussa.it, come loro stessi raccontano, “è radunare una comunità di artigiani per fare attività e corsi, distribuirli online, diffondere idee e stili di vita alternativi a quelli del mercato di massa”. Andrea, Alessandro e Barbara hanno anche creato “on the road”, una piattaforma integrata al portale dove poter ‘rintracciare’ il creatore dell’oggetto tra eventi e fiere sparsi in giro per l’Italia. Questo spazio virtuale, dunque, non è solo un sito di shop on line ma ha una specifica mission che prevede la divulgazione e la conoscenza di modalità lavorative antiche. Va inoltre detto che l’originalità che contraddistingue il progetto Babirussa.it sta nella sua reale utilità pratica. Alessandro Baldacchini, socio fondatore nonché responsabile tecnico del sito, ha iniziato molto presto la sua carriera lavorativa sviluppando web application sempre più complesse. Il risultato della sua esperienza lo si può constatare direttamente sul portale. Con pochi step, l’artigiano si ritrova ad avere un negozio on line senza doversi occupare della sicurezza delle transazioni economiche, della pubblicità e dell’aggiornamento tecnico.
Babirussa.it rispetta la tradizione integrandola con l’innovazione ma offre prima di tutto un servizio. Il creativo della manualità dovrà solo pensare al suo lavoro e al suo talento, libero da tutte le questioni tecniche che comporta l’apertura di un negozio on-line. In questo modo, per citare i creatori del portale, “Il futuro dell’economia potrebbe ripartire dall’originalità delle singole persone e tornare nelle mani degli artigiani. Sempre però in un mercato rigorosamente virtuale… e profit”.

WWW.BABIRUSSA.IT

Condividi!

Lascia un commento