UNIRE/UNITE

Il progetto dello studio romano-newyorkese vincitore del premio YAPP MAXXI

Il programma di sostegno alla giovane architettura promosso dal MAXXI Architettura di Roma, realizzato in collaborazione con il MoMA SP1 di New York e l’associazione Constructo di Santiago del Cile, ha visto trionfare per il museo statunitense il progetto WENDY di HWKN (HollwichKushner – Matthias Hollwich and Marc Kushner, New York) e per quello italiano il progetto dei tre giovani architetti dello studio newyorkese/romano Urban Movement Design, UNIRE/UNITE.

UNIRE/UNITE ha convinto i giurati di YAPP per l’approccio giocoso e la capacitŕ di sperimentare l’architettura del MAXXI e della sua piazza attraverso il corpo, stimolando l’interazione con lo spazio. I confini della percezione sensoriale sono superati attraverso le sinuose curve della scultorea seduta e delle pergole vegetali appoggiate su un piano lievemente inclinato per unire le diverse parti della piazza.

Il progetto, che ospiterŕ le attivitŕ estive nello spazio esterno del museo, č contraddistinto da una sostenibilitŕ tanto fisica quanto materiale: oltre a rendere l’installazione accessibile a tutti, impiega infatti materiali naturali e riciclati che rendono le forme e le superfici morbide alla vista e al tatto.

Entrambe le installazioni, nella piazza del MAXXI e in quella del MoMA PS1, saranno realizzate e inaugurate a giugno 2012, insieme a una mostra dedicata a tutti e quindici i progetti finalisti, compresi i cinque progetti cileni trai quali sarŕ scelto quello che sarŕ realizzato a Santiago in Dicembre.

www.fondazionemaxxi.it

Lascia un commento