Vol Spécial e Mare Chiuso: il cinema che racconta i respingimenti dei migranti

Martedě 29 gennaio 2013 al Film Studio il cinema racconta i respingimenti dei migranti in Europa.

Alle 18.10, alle 20.30 e alle 22.30, in sala 1, proiezione di Vol Spécial di Fernand Melgar (Svizzera 2011, doc., 100’), il primo documentario girato all’interno di un centro di espulsione. L’evento inaugura la distribuzione italiana del film, a cura di ZaLab.
www.volespecial.ch.it

Saranno presenti Stefano Liberti, Andrea Segre e Christian Raimo.

Alle 22.30, in sala 2, proiezione di Mare Chiuso (Italia 2012, doc. 60’).

Vol Spécial (Svizzera 2011, 100’, di Fernand Melgar, distribuzione ZaLab)
64°Locarno Film Festival – Competizione internazionale, Premio Giuria dei GiovaniWatch Docs Varsavia – Primo PremioFestival del cinema Svizzero – Miglior Documentario Vincitore del Prix Italia.
Ogni anno, in Svizzera, migliaia di uomini e donne vengono incarcerati senza processo né condanna. Per la sola ragione di risiedere illegalmente sul territorio, possono essere privati della libertŕ per un periodo di due anni in attesa della loro espulsione su un Vol Special. Per la prima volta in Europa, la troupe di Fernand Melgar č potuta entrare a Frambois, un centro di detenzione per irregolari, uno dei 28 centri di espulsione per Sans-Papiers in Svizzera.
“Quando la polizia veniva a prenderli per imbarcarli su un volo speciale, eravamo presenti ma non potevano mai salutarli. La disperazione dei loro ultimi sguardi mi ossessiona ancora oggi.” (dall’intervista al regista).

ZaLab, in collaborazione con Cinemafrica, avvia con questo evento la distribuzione italiana del film. Vol Spčcial sarŕ in programmazione al FilmStudio a partire dal 30 gennaio.

Mare Chiuso – Libro+DVD (ediz. Minimum Fax 2013, 80 pp., 60’, di Stefano Liberti e Andrea Segre)
Globo d’Oro, premio Associazione Stampa Estera – Miglior Documentario

69°Mostra Internazionale del Cinema di Venezia – Proiezione speciale

Premio Libero Bizzarri , Bolzano Film Festival, BIF&st – Miglior Documentario

Tra il 2009 e il 2010, grazie agli accordi del governo italiano con la Libia di Gheddafi, oltre duemila migranti africani vennero intercettati nelle acque del Mediterraneo dalla marina e dalla polizia italiana e respinti in Libia, dove la polizia esercitava indisturbata abusi e violenze.
Mare chiuso offre la testimonianza della complicitŕ dell’Italia in una scandalosa violazione dei diritti umani. Nel cofanetto, edito da Minimum Fax, al DVD č allegato un libro che raccoglie ulteriori approfondimenti dalla voce degli autori, degli attivisti e dei legali impegnati nel cercare giustizia per le vittime della vicenda. Contenuto extra del DVD I nostri anni migliori di Matteo Calore e Stefano Collizzolli (Italia 2012, doc. 45’).

Film Studio
Via V.degli Orti d’Alibert 1/c
(Trastevere)