RIFRAZIONI PERMANENTI

L’evento artistico, parte del progetto 150 Italiamobile per il lancio dell’applicazione istituzionale per smartphone legata all’Unitŕ d’Italia, il 21 aprile a Piazza Colonna

In occasione del progetto 150 Italiamobile, per il lancio dell’applicazione istituzionale per smartphone legata all’Unitŕ d’Italia, nuove tecnologie, architettura, danza, musica e arti visive si incontrano e danno vita a “Rifrazioni Permanenti” il progetto artistico di Daniele Spanň. L’evento darŕ vita ad una forma di Visual Mapping che, grazie alla tecnologia del video mapping, permetterŕ l’interazione del pubblico con uno spazio costruito e ripensato attraverso installazioni, luci e videoproiezioni sonore. Cosě, a Piazza Colonna, presso Palazzo Wedekind alle 12.00 del 21 aprile, le musiche di Pino Pecorelli, la danza di Nicoletta Cabassi e Biagio Caravano, le animazioni in 3d di Luca Rocchi e la fotografia di Vito Frangione e Raffaello Dileo faranno da coro al contenuto multimediale che il regista Spanň ha progettato “per riflettere sul concetto di unitŕ e raccontare l’Italia senza riferimenti iconografici, ma descriverne la sua unitŕ, il potere del singolo nella collettivitŕ, guardando al passato per lanciarsi nel futuro”. La performance, a cura di NUfactory, fa parte del piů amplio progetto 150 Italiamobile che č ideato e coordinato da Artchivium e promosso dalla Presidenza dei Consiglio dei Ministri-Unitŕ tecnica di missione per i 150 anni dell’Unitŕ d’Italia, il Ministro dei Turismo e la Direzione Generale per la Valorizzazione del Ministero per i Beni e le Attivitŕ Culturali.

Daniele Spanň (Roma, 1979) č l’artista selezionato dal regista Takeshi Kitano per rappresentare il fermento artistico della cittŕ di Roma, grazie al suo ultimo lavoro FORGETFUL2.0. Daniele approda alla regia dopo gli studi in scenografia e un lavoro da montatore televisivo e cinematografico. Nel 2005 firma la regia del documentario “Gary Hill. Resounding Arches” (Catalogo Electa) e ,successivamente, si occupa della regia video dei readings “La Cittŕ Fuori le Mura. Esplorazioni urbane con gli scrittori de La Repubblica”, a cura di Lorenzo Pavolini presso il teatro Palladium di Roma. Tra il 2007 e il 2008 partecipa alla 5° e 6° edizione dell’Homework Festival a Bologna e presenta il live video EXCEPT US, con il duo elettronico MIR, al BOX Contemporary Art Festival. In maggio FORGETFUL2.0 č inserito nel programma di “Teatri di Vetro – Festival indipendente di teatro” presso il teatro Palladium di Roma. Nell’ultimo anno Spanň espone il suo lavoro multimediale ONE MOMENT MORE al MLAC – Museo Laboratorio di Arte Contemporanea presso l’Universitŕ La Sapienza di Roma a cura di BOX3 e Agita.
www.beniculturali.it
www.nufactory.it

Lascia un commento