MiRiciclo

La sfilata organizzata dalla cooperativa Occhio del Riciclone alla Cittŕ dell’Altra Economia domenica 2 ottobre

Si svolge domenica 2 ottobre alle ore 12,30 nello spazio della Cittŕ dell’Altra Economia (Largo Dino Frisullo s.n.c. Ex Mattatoio Testaccio) la sfilata evento conclusivo del progetto “MiRiciclo”. L’idea alla base di “MiRiciclo” č un corso gratuito di taglio e cucito per donne che hanno disagi economici, realizzato dalla cooperativa sociale Occhio del Riciclone e finanziato dalla Provincia di Roma – Assessorato alle politiche sociali, bando Prevenzione Mille. Sarŕ una vera e propria vetrina nella quale le corsiste indosseranno e sfileranno i capi base da loro realizzati durante il corso e una serie di costumi artistici realizzati dal laboratorio Occhio del Riciclone all’interno dell’iniziativa “Altra Domenica e Biomercato”. La performance č accompagnata da una mostra fotografica, curata da due studentesse del corso di fotografia dello Ied, Giulia Venanzi e Francesca Cassaro, che hanno seguito lo svolgersi del corso realizzando un reportage.

Occhio del Riciclone, nata nel marzo del 2003, č oggi un’organizzazione che mette in sinergia una cooperativa e un gruppo di associazioni regionali. Si occupa di: Ricerca e Comunicazione; Moda e Design; Educazione e Animazione Ambientali; Creazione di reti a favore del Riutilizzo su scala e Inclusione sociale. Nel settore della moda e del riciclo Occhio del Riciclone si struttura come un network di artisti e artigiani che realizzano opere a partire dagli scarti piů disparati e provenienti da tutto il mondo: dalla Sicilia alla Colombia, dalla Francia al Ghana, dal Messico a Milano. All’interno del “Laboratorio Sartoriale e di Fashion Design” vengono prodotti, infatti, capi e accessori di alta moda con tessuti e materiali di scarto sperimentando un’inedita sinergia tra stiliste italiane e artigiani rom. In parallelo il “Laboratorio artigianale e di product Design” produce oggetti e componenti d’arredo, combinando arte, scienza e tecnologia per creare beni tangibili attraverso la trasformazione degli scarti. La cooperativa gestisce due negozi a Roma e distribuisce i suoi prodotti anche presso un circuito selezionato di negozi italiani ed europei. Per il mese di ottobre lancia, inoltre, il “Corso sartoriale di trasformazione vestiti usati” per imparare a riusare i propri vestiti abbandonati nell’armadio: quelli fuori moda, bucati, troppo piccoli o troppo grandi… e dar loro nuova vita.
www.occhiodelriciclone.com

Lascia un commento