FAUSTO PODAVINI

Reportage emozionali e fotografia antropologica per svelare le piccole storie del mondo

Fausto Podavini esordisce come fotografo freelance di reportage; grazie alla frequentazione di Officine Fotografiche la sua strada, da quella di fotografo di studio negli anni ’90, vira verso i reportage di stampo sociale. Impegnato con la collettiva “Ostiense25” espone a Fotoleggendo 2006 e 2008. Nella sua carriera trova posto anche l’insegnamento, attività conseguente alla collaborazione con il Collettivo Fotografico WSP. L’incontro con le Onlus lo porta a fotografare le zone più problematiche del mondo come l’Africa e il Perù. Un’altra faccia del suo lavoro è la fotografia antropologica, attività che lo ha coinvolto in molte manifestazioni in Italia e all’estero. Tra i diversi riconoscimenti nell’ultimo anno Podavini si è aggiudicato il primo premio al Word Report Award ed è stato proclamato fotografo dell’anno FIOF. La passione per la fotografia di Fausto Podavini nasce come un
gioco e diventa, a poco a poco, un mestiere. “Trattando fotografia di reportage, l’originalità dei miei lavori viene semplicemente dal mio punto di vista: cercare di avere una visione che vada oltre a quello che avviene, in modo palese, nella realtà. Più si va oltre l’apparenza, più emergono originalità ed emozioni. Dare voce a piccole storie – spiega – è uno degli aspetti più belli di questo lavoro”. Il punto di partenza per un ottimo lavoro è una buona progettualità, anche se “poi il lato espressivo e quello più intimo prendono il sopravvento, ed avviene che corpo e mente diventano un tutt’uno con la macchinetta fotografica, lasciandosi così trasportare dalle emozioni”. Il lavoro di reportage ha un ruolo chiave nella carriera di Fausto. Il suo obiettivo, infatti, è “quello di raccontare storie cercando ogni volta una visione personale ed emozionale nel rispetto di ciò che si fotografa. La realizzazione di un reportage ha sempre un delicato compito che è quello di portare agli occhi della gente ciò che vede e vive il fotografo, che diventa pertanto veicolo di informazione”. Per questo vorrebbe trovare collaborazioni con realtà interessate a una comunicazione fotografica d’impatto ed emozionale, che trattano tematiche sociali e che avrebbero bisogno di una ‘comunicazione’ all’altezza del loro operato.
www.faustopodavini.eu

Lascia un commento