BaBeL2 – Festival Indipendente di Abitare Critico- Diritto alla cittŕ

Spostamenti fisici e concreti di popolazioni, usi diretti della cittŕ attraverso ripetute espulsioni, o usi indiretti, tramite movimenti del mercato: qui, all’interno di queste “scenografie” noi abitiamo. Siamo gli attori mai protagonisti. In questa realtŕ contemporanea il concetto di “diritto alla cittŕ”, come descritto da Henry Lefebvre, si trasforma in azione operativa e funzionale per la rivendicazione del concreto e organico “diritto alla vita urbana” attraverso due valori essenziali. Partecipazione come fondamentale necessitŕ all’esercizio di una concreta influenza sulle politiche di disegno urbano. E appropriazione quale conseguente incursione nelle dinamiche lucrative di uso e consumo del territorio.

Reclamando ed esercitando il diretto “fare uso” del territorio urbano dal 15 al 20 maggio all’interno del Forte Prenestino a Roma si propongono e si attivano laboratori di riflessione o di progettazione.
BaBeL2 – biennale indipendente dell’abitare critico č un festival di produzioni, un luogo in cui produrre idee e spazi.
Attraversando pratiche e condizioni diverse dell’abitare, BaBeL2 riconosce e scopre un vivere quotidiano “critico” che metta in evidenza scenari eterogenei e poliformi, relativi all’abitare critico inteso come “abitare la crisi” e come “abitare consapevole”. Attivando spazi dove poter far coincidere e far interagire percorsi e ricerche, esperienze e teorie. Perché BaBeL2 č una trama complessa e vuole essere attivamente una babele sotto forma di organismo capace di produrre differenti altri organismi, capace di costruirsi come una macchina che si espande secondo diramazioni multiple e composite. Un evento sperimentale in cui interagiscano le teorie sull’architettura e sullo spazio urbano con l’architettura come pratica dell’agire, come azione e attivitŕ connessa alla disciplina teorica.

Il festival BaBeL2 č dedicato alla memoria e alla battaglia di Jolanta Brzeska attivista che ha fondato l’Associazione per i Diritti degli Inquilini di Varsavia, la cui lotta contro l’aumento degli affitti č stata fermata con la sua uccisione: il 1 marzo 2011 il suo corpo carbonizzato č stato trovato nella foresta alla periferia della cittŕ. Rivendichiamo giustizia per la morte di Jola. Perché i cittadini sono la cittŕ. Perché ridurre la cittŕ a semplice merce e i suoi abitanti a mero capitale umano rende necessario un’opposizione che reclami la stessa cittŕ nel suo significato e nei suoi contenuti. Perché il diritto all’abitare, il diritto alla cittŕ e alla partecipazione al suo assetto e ai suoi mutamenti č criterio di riferimento nella costruzione di scenari diversi in cui essere protagonisti.

PROGRAMMA DEL FESTIVAL

illustrazione di veronica felner
per info: babel(dot)forteprenestino(at)gmail(dot)com
www.babel.forteprenestino.net