ANTONIO BARRELLA – STUDIO ORIZZONTE

Dalla moda all’estetica del lusso lo scatto per catturare il suono dell’immagine

Da musicista a fotografo. Antonio Barrella č un batterista professionista fino a quando l’interesse che ha da sempre per l’immagine e la fotografia lo travolge e decide di iscriversi all’Istituto Europeo di Design. Ha inizio cosě la sua carriera, prima come assistente di Marco Emili a Milano, poi come docente di Tecniche di Ripresa in grande formato, presso lo IED di Roma. Si inserisce bene nel mercato romano e collabora con AltaRoma, Alitalia, Fiorucci, Swarovsky e Procter&Gamble, solo per citarne alcune. Una passione per l’obbiettivo che lo porta a partnership con case di produzione di cinema e video. Tra i lavori in proprio annovera la collaborazione con Bulgari, attiva ancora oggi dal 1988 all’interno del suo Studio Orizzonte. Esperienze in molti campi costellano la carriera di Antonio Barrella che dalla musica spazia alla fotografia, al cinema e alla pubblicitŕ, tanto da meritare il premio Roma Fashion nel 2006 e il terzo premio mondiale per la fotografia di moda Master Cup Color Awards. Tra le sue convinzioni c’č quella che il fotografo debba avere una grande preparazione tecnica per scegliere a volte di non usarla, inseguendo cosě il massimo livello di virtuosismo e libertŕ creativa. “Il mio lavoro nasce dalla voglia di esprimermi – spiega – come facevo con la batteria da musicista. Non avrei mai immaginato di continuare a ‘suonare’ con la fotografia. Non so piů se sono un batterista-fotografo o un fotografo-batterista!”. Le sue immagini racchiudono l’anima del soggetto rappresentato, che esce fuori grazie ad un uso tecnico meticoloso delle luci. “Non so se le mie creazioni siano ‘originali’ ma di certo so che č originale e unico il mio approccio alla costruzione di un’immagine che per me parte dal cuore e da qualche parte nella mente. Il momento di una creazione, virtuale o reale che sia, costituisce sempre uno sforzo enorme nel tentativo di essere se stessi, approfittando delle esperienze passate per effettuarne delle nuove. La luce crea in noi un atteggiamento di sottomissione per le molteplici possibilitŕ offerte ed č a lei che rivolgo tutti i miei sforzi per riuscire a selezionarne alcune, facendole mie”. Il suo obiettivo č quello di riuscire sempre a scattare come se fosse la prima volta e con la medesima ingenua curiositŕ.
www.antoniobarrella.com
www.studiorizzonte.com

Lascia un commento