SABRINA LUCIBELLO DIID_Disegno Industriale Industrial Design

Partecipa agli incontri “Comunicare il design italiano” della Sapienza Design Factory al Macro Future

RomaDesign+ è la rassegna internazionale, promossa dall’Università La Sapienza di Roma – Sezione Arti, Design e Nuove Tecnologie – Dipartimento Itaca – che si svolge in collaborazione con la Provincia di Roma – Assessorato alle Attività Produttive – e con la Camera di Commercio di Roma. L’intento della manifestazione è quello di promuovere e valorizzare la cultura del design, attraverso un ricco palinsesto di iniziative, tra cui mostre, seminari, convegni e performance che attraversano diversi luoghi della città, coinvolgendo imprese, università, istituzioni e professionisti per riflettere sull’importanza del design come fattore di innovazione e sviluppo. La rassegna è coordinata da Sabrina Lucibello, architetto, ricercatore, insegnante a La Sapienza di Roma, caporedattore di DIID_Disegno Industriale Industrial Design, la rivista di approfondimento che dal 2002 si occupa di design osservando da Roma il panorama internazionale della creatività. “Ho il privilegio di osservare da dentro il ‘movimento’ della creatività, venendo a contatto sia con i grandi maestri del design sia con i giovanissimi talenti. Questi provengono in particolare dall’area romana sicura- mente tra le più vitali e frizzanti. Contrariamente alle manifestazioni più patinate in cui il design è business, nel territorio del centro sud la creatività è ancora libera, sperimentale, non strutturata. Allo stesso tempo infonde di sé l’intero territorio, facendo da volano economico e di innovazione”. Come creativa in prima persona, Sabrina si occupa, oltre che di ricerca, anche di exhibit sia per le edizioni di RomaDesign+, sia per alcuni soggetti istituzionali come la Regione Lazio o l’Agenzia per il Turismo del Lazio (ATL). Ha partecipato alla progettazione e alla realizzazione di importanti allestimenti come “Lazio Design System”, all’interno del padiglione Italia a Canton, in Cina, nel 2006, ma anche a progetti più ambiziosi come “Design for Sport”, una mostra itinerante che da Roma doveva raggiungere Pechino il giorno dell’inaugurazione delle Olimpiadi, per raccontare le punte più avanzate del made in Italy. Tra i progetti realizzati con il Laboratorio Sapienza Design_Factory LSD c’è l’elaborazione (dal 2009) degli allestimenti temporanei fieristici in Italia dell’ATL: “l’idea è quella di realizzare uno stand non tradizionale, in cui sia in primo piano la ricchezza dell’offerta turistica che da Roma si irradia in tutte le altre Province. Quando mi si chiede come vorrei che fosse la Roma del futuro per tutto ciò che riguarda la creatività e l’arte rispondo che vorrei che conservasse questa sua caratteristica di essere un po’ naïf, lontana dagli schemi e comunque ricca di capacità di fare innovazione, dalla grafica al prodotto, dall’exhibit all’interior, dal transportation al nautical. Mi piacerebbe che i canali per arrivare ai fondi necessari fossero più trasparenti. Questo sevirebbe a dare maggiore fiducia ai giovani (anzichè alle solite star della creatività)”.
www.disegnoindustriale.net
www.romadesignpiu.it

Lascia un commento