Noidealab

NoideaLab è una realtà giovane e dinamica in costante ricerca e sperimentazione di nuovi linguaggi di comunicazione e forme di espressione artistica-multimediale originali e innovative. Nasce a Roma nel 2009 dal sogno di due designer, Mauro Pace e Saverio Villirillo, che vogliono rivoluzionare i luoghi della cultura trasformando e plasmando le loro sperimentazioni artistiche in ambienti inusuali come musei, mostre ed eventi.
Crede nel cambiamento, nell’innovazione, nelle idee, nella fusione e giusta integrazione tra arte e sviluppo tecnologico. Fondere arte, architettura e design, contaminarli con le nuove tecnologie e i nuovi media, è l’obiettivo costante del suo lavoro per spingersi oltre il confine tra performance, spazi sensoriali, environment reali e virtuali.
Tra i suoi recenti successi il primo Museo Multimediale sulla Civiltà Nuragica a Villa Verde (Or) che aprirà i battenti a fine anno; dopo il successo di inizio anno a Roma, è di ottobre la progettazione e l’allestimento a Milano, in collaborazione con Superegg, del “The Hybrid Space”, uno spazio completamente multimediale e interattivo, per spiegare i segreti della tecnologia ibrida Toyota e Lexus. Risultato della sperimentazione e fusione tra archeologia e nuove tecnologie è il viaggio-racconto nel mondo degli Etruschi nella Necropoli della Banditaccia a Cerveteri.  In occasione dei 150° anniversario dell’Unità d’Italia, la grande mostra interattiva “Da Sud” ospitata al Palazzo Reale di Napoli e commissionata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri; vince il progetto del museo interattivo “Sa Pinneta” realizzato nel cuore del Parco naturale del Monte Arci in Sardegna. Per il festival di arti digitali “FuoriCentro” realizza una particolare performance insieme al violinista Alessandro Librio dove lo scambio di emozione tra il pubblico e l’artista diventa reale, visibile: le note improvvisate di un violino, insieme al battito del cuore dell’artista e degli spettatori si trasformano in tempo reale in immagini, luci e colori. Per  la mostra d’arte contemporanea, Digital life 2012 organizzata dalla fondazione RomaEuropa, realizza l’opera interattiva “Frozen Nature” che propone una riflessione sulla relazione tra tempo naturale e tempo tecnologico in base alla presenza dello spettatore.
Siamo convinti che l’unico nuovo modello d’interazione possibile sia quello che vive, che reagisce alla contemporaneità che si misura in maniera dinamica e costante con i suoi visitatori e con lo spirito culturale del proprio periodo. Ogni nostro lavoro ha alla base uno studio, la progettazione per ogni specifica applicazione e ha l’obiettivo costante di divulgare i contenuti in maniera innovativa e stimolante.
I nostri progetti artistici tendono a cogliere l’indeterminato, un’estetica che cerca l’ambiguità nei giochi di tensione tra mondo fisico e mentale, tra realtà e artificio. Quando le informazioni vivono nell’ambiente diventano un’esperienza. Il pubblico viene coinvolto ed invitato a scoprire quali effetti reattivi provoca la sua presenza attiva sugli elementi visivi, sonori o meccanici che costituiscono l’installazione stessa.”

www.noidealab.com

 

 

Condividi!

Lascia un commento