MARIO PIERONI e DORA STIEFELMEIER – RAM RADIOARTEMOBILE

Piattaforma per l’arte contemporanea in cui ricerca sonora e attività espositiva si fondono

RAM radioartemobile, fondata nel 2001 da Mario Pieroni e Dora Stiefelmeier, è una piattaforma per l’arte contemporanea, dedicata alla ricerca sonora e all’attività espositiva, finalizzata alla creazione di un network internazionale: “RAM nasce dalla consapevolezza che l’arte contemporanea, per rispondere alla realtà di oggi, ha bisogno di mobilità e flessibilità. RAM crea una connessione tra arte visiva e arte sonora, tra occhio e orecchio; è il prototipo di uno spazio virtuale dedicato all’elaborazione di ricerche sonore che vedono nella radio uno spazio artistico autonomo”. Presidente di RAM e di Zerynthia, Associazione non profit per l’Arte Contemporanea, è Mario Pieroni, nato a Roma nel 1937. Dal 1974 al 1981 è stato titolare della Galleria Pieroni a Pescara e a Roma, mentre dal 1982 al 2002 ha lavorato come consulente di Arte Contemporanea dell’Accademia di Francia in Roma. Dora Stiefelmeier, nata a Zurigo nel 1937, ha studiato sociologia alle Università di Berna, Berlino e Parigi, dove si è laureata nel 1967. Ha collaborato con il Centro di Documentazione I.D.O.C. del Concilio Vaticano II a Roma e, nel 1975 è co-fondatrice di Nuova DWF. È consulente per l’arte contemporanea presso l’Académie de France à Rome, co fondatrice e direttore artistico di Zerynthia e fa parte del “Board of Trustees” di Dena Foundation of Contemporary Art di New York. RAM realizza mostre e progetti d’arte collaborando con spazi pubblici e privati in tutto il mondo, coniugando arte visiva e sonora. “In questo contesto il ciclo di intitolate CAMERE, un progetto giunto alla undicesima edizione che ogni volta mette in relazione tre artisti legati tra loro in modo sotterraneo e il cui lavoro viene accompagnato da un testo critico ad hoc. La proposta è un’arte da camera, in uno spazio che si colloca nell’interstizio tra privato e pubblico. Ne è un esempio la mostra “CAMERE 10 VOCATION/solo suono”, a cura di Federica Bueti con installazioni sonore di Brandon LaBelle, Thomas Köner e Liliana Moro. Ognuno degli interventi sonori realizzati dagli artisti è stato contemporaneamente ospitato in tre diverse istituzioni museali che hanno aderito al progetto permettendo un’espansione geografica del medesimo. Così l’installazione sonora di Brandon LaBelle è stata ospitata dal CAC di Brétigny, Francia, quella di Thomas Köner alla De Vleeshal, Middelburg Olanda e quella di Liliana Moro alla Mestna Galerija Ljubljana, Slovenia”. Oltre alle mostre e alle esposizioni, RAM ha contemporaneamente esteso la sua attività sul web: dal 2004 ha costruito il SAM (SoundArtMuseum), un archivio permanente di opere di SoundArt aperto al pubblico, disponibile on-line e dotato di una radio web in streaming 24 ore, “RAM live si connota come luogo d’arte sonora di risonanza internazionale con l’obiettivo interdisciplinare di network e sperimentazione. Ogni evento è allo stesso momento ancorato a un contesto preciso e amplificato nel mondo attraverso la radio”.
www.radioartemobile.it

Lascia un commento