Inside Her Eyes (Palazzo Valentini – Sala Egon von Fu?rstenberg)

Progetto a cura di Alexadra Mazzanti
per Palazzo Valentini – Sala Egon von Fu?rstenberg
in collaborazione con Dorothy Circus Gallery10 – 22 Ottobre 2012

Conferenza stampa e preview per collezionisti ore 17:30
Inaugurazione 10 Ottobre 2012 ore 18:30 (Ingresso su invito)
La mostra sarŕ visitabile al pubblico dall’11 al 22 Ottobre 2012 nei seguenti orari:
dal lunedě al venerdě 10:00 – 19:00 / sabato 10:00 – 13:00 – domenica chiuso
il giorno 22 ottobre la mostra sarŕ visitabile fino alle ore 13:00

Artisti in mostra
Leila Ataya (Nuova Zelanda) / Afarin Sajedi (Iran)
Natalie Shau (Lituania) / Kwon Kyungyup (Korea)
Francesca Romana Di Nunzio (Italia) / Seven Moods (Italia)

La mostra “Inside Her Eyes” mette a confronto cinque realtŕ femminili diverse, cinque donne di paesi lontani fra loro per cultura e storia: Leila Ataya – Nuova Zelanda, Afarin Sajedi – Iran, Francesca Di Nunzio – Italia, Natalie Shau – Lituania, Kwon Kyungyup – Corea. Cinque visioni del mondo e della vita della donna stessa, unite da un sottile fil rouge di sangue e di passione, e dallo scorrere del tempo.
Il segreto che custodiscono č dentro i loro occhi e sulle loro tele. Il buio č illuminato dalla luce delle perle nei ritratti di Leila Ataya e spezzato dai pesci rossi che attraversano il profondo mare di silenzio, che circonda le donne di Afarin Sajedi, dipinte con oli scuri su tele enormi.
La notte si va dissipando in un’alba glaciale dando origine alle creature fiabesche di Francesca Di Nunzio e alle candide regine della neve di Natalie Shau, entrambe protagoniste di una nuova surreale mitologia, non piů spaventosa ma foriera di tenerezza e seduzione.
Il chiarore del giorno illumina le bianche bende che ricoprono e scoprono le rosee fanciulle orientali, mentre riempiono della loro bellezza i giganteschi dipinti di Kwon Kyungyup.
Come un racconto dentro il racconto l’artista italiano Seven Moods ritrae le pittrici in un salotto immaginario, popolato dei loro simboli e dalle loro stesse creature.