ILARIA MIANI

Restyling di ville, decorazione d’interni, recupero e restauro di elementi sono alla base della sua fama internazionale

La passione per l’arte si č trasformata in un lavoro di recupero e progettazione di abitazioni. Interni ed esterni di ville, casolari e appartamenti sono gli scenari sui quali Ilaria Miani mette a frutto la sua competenza di decoratrice e d’artigiana acquisita negli anni. Fiorentina di nascita, dopo gli studi in Storia dell’arte, come un’apprendista rinascimentale la Miani impara la doratura, la lucidatura, la laccatura e la lavorazione del ferro presso una bottega artigiana. Questo č il primo passo per aprire un laboratorio di cornici e continuare con la progettazione di complementi d’arredo. La sua attivitŕ acquista subito un respiro internazionale: cura alcune linee per Ralph Lauren, Inčs de la Fressange e Haas, che sono solo alcuni tra i suoi clienti. E nel frattempo si dedica al recupero di antiche case coloniche che ristruttura, insieme al marito, soprattutto per inglesi e americani. “Il mio lavoro inizia con la creazione dello spazio”. Č questa la filosofia che segue Ilaria Miani. “L’aspetto funzionale sta all’essenza della creazione. Il complemento o il mobile sono pensati in funzione dello spazio che dovrŕ accoglierlo. Il contenitore per me č piů importante del contenuto”. Un’attivitŕ che percorre un fil rouge: la soddisfazione di esigenze specifiche di produzione ma anche lo sviluppo di un’armonia con l’ambiente. Alla progettazione di oggettistica in legno e ferro, Ilaria alterna la progettazione d’interni, ma anche il recupero di vecchi casali che ristruttura assieme al marito Giorgio. Tra i suoi clienti inglesi e americani che le affidano case coloniche toscane da portare a ‘nuova vita’. “Ciň che piů mi spaventa č la perdita della memoria del nostro paesaggio, sottolinea. Ad esempio su un giornale, l’altro giorno, ho letto di una casa colonica del ‘500 in rovina, alle porte di Roma. Vorrei fare qualcosa affinché questo patrimonio non vada perduto”. Ricorda “Seguendo i miei studi sarei dovuta diventare una storica dell’arte.
Nell’82 invece, ho aperto un laboratorio di cornici su misura, al piano terra della mia casa a Trastevere. Dalle cornici sono passata ai complementi d’arredo, poi ai mobili. Nel frattempo in Toscana ristrutturavamo antichi ruderi di case coloniche”.
www.ilariamiani.it

Lascia un commento