FEDERICO ZAMPAGLIONE

Cantante, regista, fondatore della band Tiromancino e autore di shadow, il film horror italiano

Federico Zampaglione nasce a Roma il 29 giugno del 1968. Nel 1989 fonda i Tiromancino, band che negli anni ’90 pubblica 4 album fino al cambio di etichetta discografica avvenuta nel 2000. Nel marzo 2000 i Tiromancino debuttano su Virgin con il loro quinto album, “La descrizione di un attimo”. Arrivano il successo di critica e di pubblico e, anche grazie al brano “Due destini”, colonna sonora de “Le fate ignoranti” di Ferzan Ozpetek. Inizia, per Federico, l’appassionante connubio tra cinema e musica. Intanto il gruppo ottiene riconoscimenti importanti, come l’invito dei Morcheeba a suonare in apertura del loro tour in Spagna e Portogallo, e vince premi di rilievo, tra cui quello come miglior gruppo agli Italian Music Awards. Nell’ottobre 2002 Tiromancino dà vita a un nuovo lavoro, “In continuo movimento”, che raggiunge i vertici delle classifiche di vendita, fino alla certificazione del doppio disco di platino. Il disco è preceduto dal singolo “Per me è importante”, che conquista il primo posto in classifica e si attesta per tutto l’inverno tra i singoli di maggiore successo. Il 2005 segna i dieci anni del gruppo, e i Tiromancino pubblicano una raccolta “95-05” che ripercorre la loro musica più rappresentativa e nella quale ci sono alcuni inediti e vecchi brani risuonati e riarrangianti con la nuova formazione. Il connubio tra musica e immagini è sempre stato importante per Zampaglione e i Tiromancino, sempre stati molto attenti alla realizzazione dei loro videoclip che si sono avvalsi spesso del contributo di ospiti d’eccezione (Valerio Mastrandrea, Paola Cortellesi e lo stesso Ozpetek). Zampaglione ha curato la sceneggiatura e la regia per il videoclip del brano “Un tempo piccolo” con il quale ha vinto il primo premio Cinecittà e CineFestival di Ravello come “Miglior videoclip italiano”. Il 2006 vede Federico all’esordio dietro la macchina da presa per il suo primo lungometraggio, Nero bifamiliare, per il quale ha ovviamente scritto anche la colonna sonora. A inizio 2008 esce il doppio album live “Il suono dei chilometri” anche questo su etichetta Deriva Production. Il disco, registrato durante il tour 2007, oltre ai più grandi successi dei Tiromancino reinterpretati in chiave live, contiene due inediti, tra cui, “Quasi 40” e “Il Rubacuori”. Quest’ultimo, presentato al Festival di Sanremo 2008, ha suscitato molto clamore e polemiche per il suo contenuto, incentrato sulla piaga sociale dei licenziamenti di massa. Il ricavato delle vendite on-line della canzone è stato ed è devoluto a sostegno degli operai della Thyssen. Nel 2009 il leader dei Tiromancino torna dietro la macchina da presa per dedicarsi a un horror girato interamente in inglese, “Shadow”, definito dalla stampa specializzata “un esempio per la rinascita dell’horror italiano”. Dopo essere passato da vari Festival (tra cui il Noir Film Festival di Courmayeur e lo Science+Fiction di Trieste dove ha vinto il premio “Nuove Visioni”), il film è arrivato nelle sale italiane nel maggio scorso. “Dopo questo film – dice Federico – tornerò a dedicarmi alla musica e al gruppo. Sto lavorando al nuovo disco dei Tiromancino, che dovrebbe uscire dopo l’estate”.
www.tiromancino.com
www.myspace.com/federicozampaglione

Lascia un commento