ABITARE CON CURA

a cura di COOPERATIVA OLTRE

19 maggio 2012 ore 17,30

fino al 20 maggio 2012

dalle 9.00 alle 19.00


AUDITORIUM  DI MECENATE

Largo Leopardi, 2

00185 Roma


“Abitare con cura”, č una mostra realizzata con gli utenti del laboratorio di arti manuali all’interno del progetto “laboratori per persone con disabilitŕ” per conto del Municipio Roma 3.

La finalitŕ di questa mostra č certamente promuovere un servizio, ma ancor di piů cercare di rompere la “resistenza” e gli stereotipi che le persone normodotate hanno nei confronti del disabile.

Per il disabile il riconoscimento di queste opere e quindi del proprio lavoro č un’ aspetto molto positivo perché accresce la propria identitŕ e l’autostima, “io-pittore/creatore”.
Per questo motivo č importante che i lavori artistici creati durante il laboratorio trovino degli spazi diversi dove mostrarsi ad un pubblico piů ampio e nuovo, e che a queste realizzazioni venga dato il giusto risalto. In quest’opera collettiva, il gesto di ognuno che  costruisce collabora e offre il suo contributo ad un lavoro che diviene unitario nel significato condiviso. Nel dialogo personale, poi, emergono episodi espressivi del vissuto di ognuno o immagini tratte dal proprio mondo interiore, che richiedono di essere tradotti in forme definite  sulla tela o su qualsiasi altro materiale messo a disposizione.

La  mostra č anche il seguito del connubio tra la Cooperativa Oltre e l’artista Paolo Bielli ( che ha giŕ realizzato con noi la mostra “ Il ricordo”), al quale quest’anno si affiancherŕ un’altra artista romana, Laura Palmieri. Le opere esposte saranno fatte con oggetti che richiamano il vissuto quotidiano di un ambiente domestico ( piatti, bicchieri, tovaglie, tappeti, cuscini) dipinti dagli utenti della cooperativa sotto la  supervisione dei due artisti.

Il giorno dell’inaugurazione ci sarŕ una performance fatta dai ragazzi, dove gli oggetti esposti in modo quasi casuale nello spazio circostante, prendono forma e ricostruiscono il caldo focolare domestico.

I due artisti dicono della mostra :

PAOLO BIELLI

La Coop Oltre, quest’ anno presenta piů di una performance.

Un’ interno misterioso, in uno spazio dove sembra accadere un miracolo.

Una tavola imbandita piena di sorprese che diventano piccoli oggetti d’ arte, interpretazioni dove l’istinto vince sul concetto. Elaborati da mani di un gruppo di ragazzi disabili che ricreano uno spazio domestico tutto loro. Al di fuori di ogni contaminazione.

Accompagnati da due artisti del panorama romano Paolo Bielli e Laura Palmieri dove aggiungeranno delle loro tracce (piů una piccola opera di Nedda Guidi ).

Uno scenario che vive in se. Mangiando e bevendo tra tende decorate, piatti, bicchieri, tovaglie, tovaglioli, bottiglie, caraffe, tappeti ed oltre.

Forse possiamo essere vivi.

LAURA PALMIERI

Gli artisti hanno sempre creato oggetti (LA BOTTEGA di Botticelli ha continuato a lavorare fino alla caduta dei medici per circa un secolo dalla morte di Sandro) facevano casse dipinte ecc.

Seguendo questo principio magico cercheremo di creare cuscini teli per: divani, tovaglie, tende, tovaglioli, coordinati dal progetto comune con piatti bicchieri.
nella realizzazione vi č anche l’idea di  progettare una performance di pochi minuti nello spazio del teatro in modo da creare una scenetta ambientata fra gli oggetti che stiamo progettando anche una cosa piuttosto futurista ispirata ai teatrini delle avanguardie storiche…

Il  lavoro  sarŕ suddiviso tra Laura Palmieri e Paolo Bielli che ci coordineremo per creare insieme ai ragazzi degli oggetti d’uso sempre seguendo la logica dell’art&craft, arte&vita.