Andrius Kovelinas

Inaugura il 22 novembre una mostra dedicata alle figure femminili ritratte dall’artista Andrius Kovelinas

I soggetti preferiti da Andrius Kovelinas sono le figure femminili. Dipingere la bellezza delle donne gli crea molta gioia e continuerà a farlo fino a quando ne avrà la possibilità.
Le donne sono state disegnate dal Creatore in modo straordinario
I suoi lavori sono tutti ad olio su tela, ma lo stile e la tecnica non sono per Andrius così rilevanti. La preparazione (l’idea) è per lui essenziale e richiede
molto tempo. Prima di iniziare un’opera su tela, Andrius si crea un disegno su carta. Lui stesso dice di non essere in grado di creare un’opera velocemente. A volte per terminare un lavoro impiega anche 3 mesi. Il risultato di ciò è la bellezza e la perfezione estetica.
E’ bello pensare che ci siano persone che amano le mie opere. Quando qualcuno compra un mio quadro, lo appende nella propria casa, prende anche una piccola parte di me e della mia energia positiva

Biografia
Fin dal 1980, Andrius Kovelinas ha esposto in Paesi come Lituania, Polonia, Slovacchia, Svezia, Francia, Ungheria, Italia ed Irlanda.
Ad Andrius è stato riconosciuto un importante Premio dall’Accademia delle Arti Anglo-Italiana.
Le sue opere sono esposte in Collezioni Pubbliche e Private di tutto il Mondo.

Nel 2012:
Esposizione presso la Galleria Gagliardi di Londra (UK)
AAF Roma 2012, Museo MACRO, Roma, Italia, (Ottobre 26-28) con l’Agenzia di arte contemporanea: Gall’Art Roma – con l’Agenzia di arte contemporanea: Gall’Art Roma – Italia 14th International Contemporary Art Fair, Zurigo, Svizzera (Ottobre 12-14), con l’Agenzia di arte contemporanea: Gall’Art Roma – Italia AAF Bruxelles – Belgio – 2013 con l’Agenzia di arte contemporanea: Gall’Art Roma – Italia

Inaugurazione: giovedì 22 Novembre 2012 alle ore 18.30
Durata: 22 – 30 Novembre 2012
Presso: Galleria Vittoria – Via Margutta, 103 – Tel. 06.36001878
A cura di: Tiziana Todi e Giovanna Gazzolo
orario galleria: lunedì / sabato 11,00-19,30 – fuori orario su appuntamento
www.galleriavittoria.com – info@galleriavittoria.com

Ricomposizione del cosmo – Renzo Eusebi

La Galleria Tartaglia Arte presenta la mostra personale dell’artista Renzo Eusebi dal titolo “Ricomposizione del cosmo”

Mercoledì 3 ottobre alle ore 18,00 la Galleria Tartaglia Arte nell’ambito dell’ottava edizione della “Giornata del contemporaneo”, un evento nazionale promosso dall’AMACI (Associazione Musei Arte Contemporanea Italiana), apre il vernissage della mostra personale “Ricomposizione del cosmo” dell’artista Renzo Eusebi.

Tra la Frammentazione e la Ricostruzione spaziale, l’artista propone le sue ultime creazioni frutti di ricerca, studio sull’astrattismo e sulla strutturazione del Cosmo. Tavole elaborate a smalti generate da un trascorso pittorico/artistico di notevole prestigio in cui il Transvisionismo e le Avanguardie storiche hanno delineato un percorso costellato di incontri con insigni esponenti dell’arte contemporanea.

BIOGRAFIA

Il maestro Renzo Eusebi nasce nel 1946 a Patrignone di Montalto. Compie gli studi artistici a Roma e consegue l’abilitazione per l’insegnamento. Negli anni ’70-’80 inizia la sua personale ricerca artistica che lo porta all’inserimento del materico, allo strappo su superfici monocrome fino a coaguli misti al vetro e alla pittoscultura in ferro e legno negli anni ’90. E’ uno dei 21 fondatori del Transvisionismo dal quale si dimette però nel 1997 per entrare a far parte del G.A.D. (Gruppo Aniconismo Dialettico) fondato da Giorgio Di Genova. Nel 2001 inizia la serie dei Polittici. Nel 2010 entra nella “Storia dell’Arte Italiana del Novecento, Generazione Anni 40”. Ha esposto in importanti fiere Internazionali a Basilea, New York, Chicago e San Francisco, mostre collettive ed esposizioni Personali sia a Piacenza che a Monte Cassiano. Una intensa vita artistica fra i cardini dell’Espressionismo, Astrattismo e Spazialismo I lavori del maestro Eusebi sono veri e propri studi sullo spazio e sull’elemento all’interno di un contesto cosmico. Sostanza e materia si scompongono per poi ricomporsi di nuovo in opere geometriche, astratte, lavorate a smalto con cromie accese ed in netto contrasto tra loro o con lo sfondo, anch’esso finemente trattato a vernice. Osservando i suoi lavori si percepisce la diversa predisposizione dell’artista verso la materia e nel modo di dialogare con essa, liberando l’istinto, focalizzando lo sguardo solo qualche istante.

Periodo mostra: dal 3 ottobre al 18 ottobre 2012
Sede: Galleria Tartaglia Arte – via XX Settembre, 98c/d Roma
Orario e giorni apertura: lunedì – venerdì dalle 10,30 – 20, sabato 11 – 19
www.tartagliaarte.com

Essenzialismo e Maschere di Luminita

Luminita, artista e pittrice rumena, inaugura la sua prima mostra personale alla Galleria Vittoria di Roma. Una selezione di opere dedicate al tema della “maschera” saranno esposte fino al 6 ottobre 2012.

Luminita inaugura la sua prima mostra personale, presentando una selezione di opere che ben illustrano la portata espressiva di questa pittrice.

Trasferitasi dalla sua terra natia, Focsani, in Romania, vive da tredici anni a Roma.
Dopo qualche anno in Italia, scopre la sua passione per l’arte e decide di intraprendere un iter artistico presso lo studio del Maestro Claudio Spada, il quale le fornirà degli ottimi strumenti per esprimere al meglio il suo innato potenziale.
La semplificazione dei volumi e la sua aspirazione all’essenzialità hanno una matrice diversa da quella che si potrebbe credere. Luminita, infatti, non vuole presentare il suo sguardo interiore sul mondo ma piuttosto portare il fruitore a ragionare sull’essenza di ciascuno di noi.
Molte sono le opere rappresentanti maschere, maschere che tutti i giorni, ciascuno di noi, in diverse situazioni, è costretto ad indossare.
La sua non è una semplice decostruzione figurativa, con l’abbandono dei particolari che caratterizzano la figura, l’artista vuole arrivare a descrivere l’essere nella sua forma più concreta, priva di quelle sovrastrutture che gli uomini acquisiscono fin dalla prima infanzia.
Nelle sue maschere i pochi segni che rimandano alla figura umana, creano forme così assolute ed essenziali da portare l’impronta dell’individualità vivente.
Nelle tele più prettamente geometriche possiamo notare costantemente qualche elemento che rimanda alla rappresentazione della realtà, ma inserito in uno spazio dove i colori hanno la pretesa e l’aspirazione di ampliare la tela stessa, di ricreare addirittura uno spazio oltre la tela, come se, per il grande impulso creativo di cui è feconda questa notevole artista, la circoscrizione della sua opera all’interno di uno spazio chiuso non fosse sufficiente.

Un’opera, quella di Luminita, che spazia da un “neo umanesimo”, che indaga l’Uomo con sguardo attento e colmo di pietas , assorbendo la semplicità di cui parla Brancusi per farsi accarezzare dalle scelte cromatiche di un altro notevole artista contemporaneo, Claudio Spada, ed approdare infine a soluzioni plastiche di un colorismo che sintetizza un’elaborazione della realtà complessa ed essenziale al tempo stesso.

Durata: 27 Settembre – 06 Ottobre 2012

Galleria Vittoria
Via Margutta, 103 – Tel. 06.36001878
A cura di: Tiziana Todi e Alessandra Lorenzetti
orario galleria: lunedì / venerdì 15,00-19,00 – fuori orario su appuntamento
www.galleriavittoria.com – info@galleriavittoria.com

Julio Larraz

100 opere tra olii su tela, disegni, acquarelli e alcune sculture.

La mostra vuole far conoscere l’universo pittorico dell’artista cubano attraverso circa cento opere tra olii su tela, disegni, acquarelli e alcune sculture che richiamano principalmente il suo amore sempre vivo per la terra natia malgrado la sua carriera di artista si sia sviluppata totalmente fuori Cuba. In questa antologica, la più completa mai realizzata in Italia, non viene celebrata solo la sua arte parodistica e grottesca, figlia di quell’esperienza da caricaturista che contraddistingue la prima parte della sua carriera, ma l’intera sua pittura nella quale si mescolano aspetti differenti.

La mostra si avvale del Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Lazio – Assessorato alla Cultura, Arte e Sport -, di Roma Capitale – Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico -, della Provincia di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali – con la partecipazione della Camera di Commercio di Roma.

L’esposizione, che è a cura di Luca Beatrice, è organizzata e realizzata da Comunicare Organizzando in collaborazione con la Galleria d’Arte Contini, Cortina – Venezia, e sarà inaugurata mercoledì 11 luglio alle ore 18.30 presso il Complesso del Vittoriano.

Complesso del Vittoriano
Ala Brasini – Via San Pietro in Carcere, 6
Fori Imperiali – Roma
Orario: tutti i giorni 9.30 – 19.30
L’accesso è consentito fino a 60 minuti prima dell’orario di chiusura
Ingresso libero