MAXXIinWEB

Appuntamento con uno dei più creativi chef italiani e internazionali

Giovedì 15 dicembre alle ore 21, ultimo appuntamento della rassegna MAXXIinWeb, un progetto a cura di MAXXI e Telecom Italia che ha previsto nove incontri con altrettanti “big” della creatività contemporanea disponibili gratuitamente al pubblico del web, in streaming live e on demand.

I protagonisti degli appuntamenti (architetti, artisti, fotografi e creativi di fama internazionale) hanno raccontato le loro idee e opere, il metodo con cui lavorano e il loro personale rapporto tra creatività e nuove tecnologie.

L’ultimo appuntamento è con Moreno Cedroni, uno dei più creativi chef italiani e internazionali, che intervistato da Cristina Colli parlerà della sua ricerca culinaria e del suo rapporto con la tecnologia. Nato ad Ancona nel 1964, Moreno Cedroni entra nel mondo della ristorazione nel 1984 con l’apertura del ristorante Madonnina del Pescatore a Senigallia. Dopo i sei anni di direzione del ristorante, stanco di stare in sala, decide di mettersi alla prova con i fornelli che di lì a poco diventeranno la sua vera grande passione. Nel 1992, mentre frequenta corsi di alta cucina, conosce Ferran Adrìà dal quale apprende nuove tecniche per la preparazione e la decorazione dei piatti. Attualmente, oltre allo storico ristorante di Senigallia, si occupa del “Clandestino Susci Bar” a Portonovo e della prima salumeria ittica “Anikò”. Nel 1996 e nel 2006 ottiene le sue due stelle Michelin, nel 2000 le tre forchette del Gambero Rosso e nel 2008 la vittoria del premio svedese Kungsfenan Seafood Awards per la padronanza e la tecnica nel maneggiare la materia prima, per la creatività e la capacità di aver fuso tradizione e innovazione nella sua cucina.

L’incontro si svolgerà all’Auditorium del MAXXI (via Guido Reni 4 A, Roma), con ingresso libero fino a esaurimento posti.

Info e prenotazioni: 06 32810

ARTE PUBBLICA E PROPAGANDA. IL REALISMO SOCIALISTA

L’arte pubblica nel ‘900. Il mito dell’uomo nuovo

Proseguono gli appuntamenti del MAXXI organizzati dal FAI – Fondo Ambiente Italiano, Delegazione di Roma – in collaborazione con il museo, per raccontare come Arte e Pensiero hanno interpretato l’uomo nuovo all’indomani della formazione dello Stato unitario, con riferimenti al contesto internazionale.

Mercoledì 30 novembre alle ore 18.00 sarà la volta di Matteo Lanfranconi – Responsabile attività scientifiche e culturali, PALAEXPO Roma – con un incontro dal titolo: “Arte pubblica e propaganda. Il Realismo socialista”.

Con l’affermarsi dell’espressione “Realismo socialista” coniata ai massimi livelli politici e ufficializzata nell’ottobre del ’32, divenne più chiaro il tipo di arte che il partito si aspettava dagli artisti collettivizzati dell’Unione sovietica. I concetti chiave erano la “fedeltà al partito” e il “contenuto ideologico”. Il carattere del movimento, tuttavia, rimase fondamentalmente romantico, proiettato in una dimensione idealistica del futuro. Il “radioso avvenire” divenne un sinonimo del paradiso mentre una serie di metafore ricorrenti (il corpo, la gioventù, il sole che splende, la tecnologia, il volo) affermarono la dimensione fondamentalmente utopica del Realismo socialista.

Queste le principali tematiche attraverso cui si svilupperà l’incontro.

Vai al programma con tutti gli appuntamenti

Info:
Delegazione FAI di Roma
Tel. 06-6879376
E-mail: delegazionefai.roma@fondoambiente.it

RE-CYCLE

Strategie per l’architettura, la città e il pianeta

Il 30 novembre s’inaugura al MAXXI di Roma la mostra “Re-cycle. Strategie per l’architettura, la città e il pianeta”, una mappa contemporanea del riciclo come strategia creativa che proseguirà fino al 29 aprile 2012 attraverso una mostra con 80 disegni, modelli, fotografie, video, oggetti, due installazioni site specific di Fernando e Humberto Campanaraumlaborberlin e una mostra fotografica di Pieter Hugo/ Permanent Error. Faranno parte della mostra importanti lavori di architetti e artisti contemporanei: dalla High Line newyorchese di James Corner e DS+R ai dischi di Jimi Hendrix incisi sulla lastra di un cranio fratturato nella Russia della Guerra Fredda, dal progetto di Lacaton & Vassal per la trasformazione del Palais de Tokyo a Parigi ai filmati di Blob che riusano spezzoni di materiale televisivo. E ancora, l’Alvéole 14 a Sainte Nazaire del gruppo LIN, i progetti di rinaturalizzazione selezionati insieme a Harvard University per le shrinking cities in America e in Europa.

L’inaugurazione sarà preceduta dalla conferenza stampa alla quale interverranno: Pio Baldi, Presidente Fondazione MAXXI; Margherita Guccione, Direttore MAXXI Architettura; Pippo Ciorra, curatore della mostra; Antonia Pasqua Recchia, Direttore Generale per il paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee.

Saranno inoltre presenti: Fernando e Huberto Campana, Micaela Corsi MIUR, Domitilla Dardi curatore per il design del MAXXI Architettura, Francesca Fabiani curatore fotografia per il MAXXI Architettura, Roberto Grossi Vice Presidente Fondazione MAXXI, Pieter Hugo, Laura Olivetti Presidente della Fondazione Adriano Olivetti e raumlaborberlin.

Programma della giornata:

ORE 11:30 – Accredito Stampa

ORE 12:00 – Conferenza Stampa e Preview

ORE 18:00 – Lecture di Pieter Hugo al MAXXI B.A.S.E.

ORE 19:30 – Inaugurazione