RICCARDO MONACHESI

Curatore sezione Artigianato della terza edizione del volume RomaCreativa

Riccardo Monachesi, nato a Roma nel 1954, si laurea in Architettura nel 1980. Affascinato dal mondo del “saper fare” pratica dai 14 anni in poi attività che prevedono una spiccata manualità quali la lavorazione del cuoio, lamiera, disegno e legno. Questi interessi si condenseranno, negli anni successivi, nello studio e nell’analisi dell’artigianato italiano, riferito ai diversi centri di produzione.

Dal 1990 al 2000 collabora stabilmente con Titti Carta all’interno della società da lei creata “Arte del Quotidiano”, allestendo mostre in Italia e all’estero, curando selezioni di artigiani, collaborando come giornalista freelance per la rivista “D’A, tra artigianato e Design” fondata e diretta dalla stessa Carta.

Dal 2001, per la Regione Lazio, cura la promozione dell’Artigianato Laziale partecipando e creando manifestazioni e fiere settoriali e d’immagine.

16 NOVEMBRE A PORTA FUTURO ARTIGIANATO E OPPORTUNITÀ OCCUPAZIONALI

Mercoledì 16 novembre a Porta Futuro in via Galvani si terrà un seminario dal titolo “Laboratorio delle botteghe virtuali” con la partecipazione di Confartigianato nazionale, Confartigianato Imprese Roma e dell’Assessore al Lavoro e alla Formazione della Provincia di Roma.

L’esigenza di questo seminario nasce dalla consapevolezza che la crisi che investe il tessuto produttivo impatta drammaticamente sull’occupazione, soprattutto quella giovanile, con effetti che sono non solo di natura economica e occupazionale, ma riguardano il funzionamento complessivo della società civile della nostra città. Non a caso è stato scelto Porta Futuro, il polo tecnologico che aiuta i giovani romani a trovare lavoro più velocemente, indirizzandoli attraverso le attività più adatte in base ai propri talenti, competenze e interessi, come luogo per affrontare queste problematiche.

Per esperienza diretta degli associati di Confartigianato Imprese Roma e come emerge dai dati di Istat e Ministero del lavoro, assistiamo al paradosso per cui mentre la disoccupazione giovanile aumenta, alcune centinaia di migliaia di posti di lavoro restano vacanti. Dalle analisi emerge che il problema è strutturale e multifattoriale e che il tasso italiano di disoccupazione giovanile è superiore di 7,6 punti percentuali rispetto a quello relativo alla UE. Per contribuire a risolvere, seppure in parte questi problemi, è fondamentale ritrovare una narrazione dei mestieri artigiani in grado di presentarli ai giovani in una luce positiva che si è smarrita. E’ necessario dunque motivare i giovani ad intraprendere professioni e mestieri, come ad esempio quello di sarto, falegname, tessitore, panettiere, ma anche ai nuovi profili professionali legati a settori come quello della moda, dell’arte, delle nuove tecnologie e valorizzare il lavoro manuale, restituendogli tutta la dignità e l’importanza che ha avuto per secoli, rendendolo più appetibile dal punto di vista economico.

Il seminario avrà inizio alle ore 14 e si concluderà alle 18.

Apertura dei lavori con la lettura dell’intervento del Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti.

Interverranno:

Enrico Quintavalle – Presentazione dei dati di una ricerca di Confartigianato

Mauro Mannocchi – Presentezione della ricerca “L’artigianato romano per l’occupazione dei giovani”

Massimiliano Smeriglio – Assessore al lavoro e alla formazione della Provincia di Roma

Sergio Bonetti – Università degli studi Roma Tre, presentazione del laboratorio “Narra Mestieri”