Palcoscenico delle arti attoriali 2019, corsi gratuiti per attori alla Sala Umberto

Sala Umberto srl propone un’attività di formazione professionale grazie al progetto Palcoscenico delle arti attoriali (PdAA). Il progetto prevede la realizzazione di due corsi, finanziati dalla Regione Lazio e cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo, gratuiti per i partecipanti:

I corsi prevedono la formazione interdisciplinare e l’approfondimento di figure professionali complete, in grado di eccellere nelle discipline della recitazione, del canto e della danza, con lo scopo di poter essere competitivi nel settore dello spettacolo dal vivo, da inserire in produzioni artistiche.
I docenti sono professionisti del settore. Il metodo di insegnamento è strutturato in modo da far acquisire ai partecipanti strumenti, tecniche e capacità per porsi come soggetto autonomo della propria creatività, in sintonia con il mondo del lavoro.
Ciascuno dei due corsi ha una durata di 600 ore, articolate in orientamento, formazione e stage. Lo svolgimento è previsto presso lo Spazio Diamante, in Via Prenestina 230B a Roma.

Saranno ammessi alla frequenza allievi in possesso dei seguenti requisiti:

  • maggiorenni
  • inoccupati o disoccupati (iscritti ai Centri per l’Impiego)
  • residenti o domiciliati da almeno 6 mesi nella Regione Lazio
  • che abbiano assolto all’obbligo scolastico
  • i cittadini non comunitari devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno e di una conoscenza della lingua italiana di livello C2.

Costituiscono titolo preferenziale l’aver frequentato percorsi formativi attinenti all’area artistica di riferimento, nonché esperienze professionali documentate in produzioni rispettivamente di teatro o di musical theatre e la conoscenza della lingua inglese a livello A1. Si prevede una riserva a favore dell’utenza femminile pari al 50% dei posti disponibili.

Ad ogni partecipante ammesso all’esame finale sarà corrisposta un’indennità di partecipazione pari a 10 euro per ogni giorno di effettiva presenza (6 ore).
Agli allievi che avranno superato l’esame finale sarà rilasciato un attestato di Qualifica (D.Igs 13/2013 e Legge Regionale 23/1992).

I corsi sono aperti ad un numero massimo di 15 allievi ciascuno. La graduatoria degli idonei alla frequenza verrà stilata sulla base della correttezza dei requisiti posseduti e dell’esito di prove selettive (colloquio, test).

La partecipazione è gratuita. La domanda di ammissione alla selezione deve pervenire alla sede delle attività didattiche entro le ore 17.00 del 16 gennaio 2019.

Maggiori dettagli e bandi di selezione sui siti Salaumberto.com e Regione.lazio.it. Per informazioni scrivere a formazione@salaumberto.com o trelefonare al numero 06.80687235

Informazioni

Sito web:
https://www.salaumberto.com
http://www.regione.lazio.it

copyright: www.informagiovaniroma.it

Aperte le iscrizioni ai primi Master e Corsi di Alta Formazione del Centro di Eccellenza del DTC Lazio

Dieci Master nazionali e internazionali di primo o secondo livello e 17 Corsi di Alta Formazione (CAF) sono a disposizione di giovani, imprenditori  e professionisti del Lazio.

Insieme a una sperimentazione dei Corsi di Apprendimento Permanente (CAP) e a corsi on line in lingua inglese e italiana rivolti a un pubblico nazionale e internazionale, costituiscono la prima tranche dell’offerta formativa del Centro di Eccellenza del Distretto Tecnologico dei beni Culturali del Lazio.

Master e CAF afferiscono a 6 aree di formazione, definite in coerenza gli obiettivi strategici e la mission del Centro di Eccellenza del DTC:

  1. Patrimoni digitali e virtualizzazione (3D, Gamification, altre App)
  2. Creativi digitali e tecnologie per la produzione audio visuale
  3. Gestione d’impresa, economia e management dei beni culturali
  4. Progettazione, gestione e valorizzazione di siti, ambienti e risorse culturali e turistiche
  5. Nanotecnologie, materiali e metodologie per la conservazione e il restauro
  6. Tecnologie per la diagnostica e il monitoraggio dei beni culturali

Le attività didattiche si svolgeranno tra gennaio e settembre 2019.

Le iscrizioni sono aperte fino alla prima metà di gennaio.

L’offerta formativa è sostenuta da numerose borse di studio finanziate dal DTC.

Il metodo didattico adottato per Master e CAF è centrato sull’”imparare facendo”, l’adozione di modelli e percorsi formativi basati su didattica e attività pratiche svolte nelle reti di laboratori del Centro di Eccellenza, per formare competenze teoriche e pratiche per chi già lavora o deve entrare nel mondo del lavoro. Per questo le attività di stage presso aziende, imprese, enti e istituti che operano sul territorio del Lazio sono elemento fondamentale di tutti i corsi.

Al progetto, finanziato dalla Regione Lazio e dal MIUR sulla base dell’Accordo di Programma Quadro APQ6, partecipano 8 partner fondatori: tutte le università pubbliche della regione (Sapienza in qualità di capofila, Tor Vergata, Roma Tre, Tuscia, Cassino e Lazio meridionale) e gli enti di ricerca Cnr, Enea e Infn.

La costituzione del  Centro di Eccellenza, stabilita con atto formale lo scorso 26 luglio 2018, è il primo intervento della nuova programmazione del Distretto per le nuove tecnologie applicate ai beni e alle attività culturali della Regione Lazio.

Con questo provvedimento, che rientra in un piano complessivo da 41,7 milioni di euro da fondi regionali e ministeriali, prende il via l’insieme delle attività del DTC Lazio, che si avvarrà anche dell’apporto del sistema della ricerca pubblica, in partnership con il MiBAC e il mondo imprenditoriale.

In particolare, 6 milioni di euro in tre anni sono destinati all’attivazione del Centro, lo svolgimento di progetti di alta formazione, di ricerca e trasferimento tecnologico, la creazione dell’anagrafe e dell’osservatorio sulle competenze e sulle risorse territoriali del DTC Lazio con il coinvolgimento di 800 ricercatori e 400 assegnisti.

Il DTC del Lazio, primo Distretto Tecnologico dedicato ai Beni Culturali in Italia, nasce in un contesto assolutamente particolare.

L’Italia è la nazione con il maggior numero di siti “Patrimonio dell’umanità” UNESCO e il Lazio spicca per quantità e qualità del patrimonio culturale, con 259 musei e gallerie; 28 aree e parchi archeologici; 29 monumenti di cui 5 Unesco, nonché 13 università, 4 primari organismi di ricerca, 6 Istituti centrali del MiBAC, 40 mila imprese con 202 mila addetti (14% del totale nazionale), con una produzione di valore aggiunto pari a 14,7 miliardi di euro (16% del totale nazionale).

ICT e industrie creative sono da sempre punti di forza del tessuto produttivo del Lazio e, oggi che le tecnologie digitali (Information, Communication e Media Technologies) sono talmente pervasive in tutta l’economia, ben oltre l’ormai “tradizionale” comparto dell’ICT; questo ha portato a un forte sviluppo di imprese creative, molte delle quali sono startup create e gestite da giovani, che usano in maniera innovativa le tecnologie digitali.

Infine, per tutto il Novecento il cinema e l’audiovisivo sono stati prodotti artigianali, artistici, industriali tipici di questo territorio, con tappe storiche di grande significato.  Almeno il 70% del cinema e/o dell’audiovisivo nazionali sono stati realizzati artisticamente e/o industrialmente nel territorio laziale. Roma, nominata dall’Unesco “Città creativa per il cinema”, è un polo nazionale dell’audiovisivo in virtù di alcune peculiarità che le consentono di mantenere un vantaggio competitivo rispetto ad altre aree del Paese (la presenza degli studi di Cinecittà e dei principali broadcaster italiani e di numerosissime emittenti locali).

Forte di un ambiente e di un humus assolutamente irripetibili, la formazione del Centro di Eccellenza del DTC Lazio punta a riunire competenze diverse già presenti nel territorio, a colmare gap e creare nuove sinergie e a sviluppare nuove competenze interdisciplinari, aprendo la possibilità di nuove carriere e nuove possibilità di sviluppo economico.

Si tratta di un’offerta unica, di natura molteplice in grado di combinare in modi nuovi le sue molte anime (accademica / culturale / Hi-tech / innovativa, ecc.).

L’elenco su http://www.lazioinnova.it/news/newsletter-item/aperte-le-iscrizioni-ai-primi-master-corsi-alta-formazione-del-centro-eccellenza-del-dtc-lazio/

Posizioni lavorative cercasi alla Disney

Lo storico marchio del divertimento, la Disney, ha pubblicato sul suo sito www.jobs.disneycareers.com più di cinquanta richieste di lavoro concentrate tra gli Stati Uniti e l’Europa e concentrate in diverse aree tematiche come Direttore dei Live Show nei Parchi e Resort Disney, coordinatore dei Tour ai Walt Disney Studios di New York, Software Engineer, Assistente di Produzione al Parco della Florida.

Fondazione Formenton: stage in editoria 2018/19

La Fondazione Mario Formenton, allo scopo di onorare la memoria di Mario Formenton, che nella sua vita di imprenditore ha sempre promosso la formazione dei giovani in campo editoriale, indice per l’anno 2018/19 un concorso per l’assegnazione di 4 borse di studio per stage che si svolgeranno presso le sedi delle più importanti imprese e testate giornalistiche. In particolare sono offerti:

  • 2 stage di specializzazione e perfezionamento per giornalisti (professionisti, praticanti, pubblicisti);
  • 2 stage di formazione, specializzazione e perfezionamento per amministratori di società editoriali.

L’importo complessivo di ciascuna borsa è pari a 14.000 euro. L’assegnazione delle borse di studio comporta per 9 mesi l’obbligo di frequenza delle aziende giornalistiche italiane o straniere alle quali i borsisti saranno destinati (periodo dal 1/5/2019 al 28/2/2020).
Il concorso è riservato a cittadini residenti in Italia che:

  • non abbiano compiuto il 30° anno di età (alla data del 31 ottobre 2018);
  • siano in possesso di diploma di laurea riconosciuto in Italia e conseguito con votazione non inferiore a 100/110 o equivalente;
  • per l’indirizzo giornalistico: siano iscritti negli albi dei giornalisti e pubblicisti e nel registro dei praticanti o elenco dei giornalisti stranieri (alla data di presentazione della domanda);
  • abbiano ottima conoscenza di almeno una lingua straniera e, per gli stranieri, della lingua italiana.

Sono esclusi dalla partecipazione coloro che abbiano già conseguito borse di studio della FIEG e/o della FNSI.
Le prove di esame, cui saranno ammessi non più di 40 candidati individuati dalla Commissione Tecnica, si svolgeranno in un’unica giornata, il 1 marzo 2018, e consisteranno in due prove scritte a scelta fra le tre proposte:

  • per l’indirizzo giornalistico:
    – articolo;
    – prova di sintesi di un lungo articolo;
    – prova di attualità e di informazione (domande con risposta scritta);
  • per l’indirizzo gestionale amministrativo:
    – prova scritta su un tema di carattere editoriale;
    – prova su un tema di gestione aziendale;
    – prova di carattere generale (brevi domande sul settore editoriale).

Scadenze e modalità di presentazione della domanda
Le domande di ammissione al concorso, con la documentazione richiesta nel Bando, vanno spedite alla Fondazione Mario Formenton Segreteria Borse di Studio c/o GEDI Gruppo Editoriale SpA, Via C. Colombo n. 90 – 00147, entro e non oltre il 30 novembre 2018 con raccomandata a/r (farà fede il timbro postale).

Ulteriori informazioni e Bando sul sito Gedispa.it.

Informazioni

BANDO PER LA SELEZIONE D’IMPRESE E START UP

Il Consorzio Speed MI Up è costituito dall’Università Commerciale L. Bocconi e dalla Camera di Commercio di Milano – Monza – Brianza – Lodi con il supporto esterno del Comune di Milano. Speed MI Up è l’Officina di imprese e professioni specializzata nello sviluppo di competenze di business e management che dedica la maggior parte delle proprie energie quale acceleratore della crescita di startup innovative. Speed MI Up non entra nel capitale della startup preservandone nel tempo il valore e la libertà imprenditoriale

Attraverso il presente bando il Consorzio Speed MI Up mette a disposizione di aspiranti imprenditori e giovani imprese gli strumenti necessari per avviare con successo l’attività imprenditoriale, rafforzare la propria attività autonoma e trovare nuovi spazi di collaborazione reciproca.

La presente edizione è finalizzata a selezionare fino ad un massimo di 15 soggetti tra imprese e aspiranti imprenditori.

1. Finalità del bando

La finalità di Speed MI Up è quella di facilitare la nascita e lo sviluppo di Startup innovative.

Questi obiettivi vengono perseguiti attraverso l’offerta di servizi e spazi dedicati messi a disposizione a costo agevolato, per un periodo di durata massima di 2 anni.

Il bando mette a disposizione massimo 15 posti all’interno dell’incubatore Speed MI Up, al fine di promuovere la nascita di nuove attività imprenditoriali innovative e sostenere lo sviluppo di quelle che sono nelle prime fasi di vita, come risposta alla necessità di rafforzare la competitività del territorio e di valorizzare i giovani talenti nei loro percorsi di crescita.

I beneficiari del presente bando saranno ammessi nell’incubatore Speed MI Up e potranno usufruire dei servizi di seguito descritti. Ulteriori dettagli sui servizi offerti da Speed MI Up sul sito www.speedmiup.it

per candidarsi  http://startup.speedmiup.it/media/documenti/bandospeedmiup-ottobre-2018.pdf