FONDO DELLA CREATIVITA’ 2019

Il Fondo della Creatività, istituito dalla Regione Lazio nel 2013, ha lo scopo di sostenere la nascita e/o lo sviluppo di startup innovative, operanti nel settore delle attività culturali e creative, mediante l’erogazione di contributi a fondo perduto per il sostegno delle spese relative all’avvio dell’attività imprenditoriale, ai costi di investimento e alle spese di gestione.I destinatari delle agevolazioni previste dall’avviso sono:

  • Le PMI, in forma singola, costituite da non più di 24 mesi, inclusi i Liberi Professionisti, titolari di partita IVA da non più di 24mesi, con sede operativa nel territorio della regione Lazio;
  • Le PMI da costituire.

L’avviso è rivolto a coloro che operano o intendano operare con un apporto culturale o creativo rispetto alle attuali conoscenze, in uno o più dei seguenti settori di interesse:

  • Patrimonio culturale ed artistico – Arte, Restauro, Artigianato artistico (di elevata qualità artistica, di continuità con le tradizioni locali o a servizio degli altri settori ammissibili), Tecnologie applicate ai beni culturali, Fotografia;
  • Architettura e Design – Architettura, Design, Disegno industriale (prototipazione e produzione in piccola scala di oggetti ingegneristici ed artigianali), Design della Moda;
  • Musica;
  • Audiovisivo;
  • Editoria;
  • Comunicazione;
  • Videogiochi e software.

L’agevolazione è pari all’80% delle spese ammessibili (vedi bando), con un tetto massimo di 30.000 euro di contributo per beneficiario.

Sarà possibile compilare il Formulario disponibile online nella piattaforma GeCoWEB. Le richieste di agevolazione possono essere presentate esclusivamente via PEC, all’indirizzo incentivi@pec.lazioinnova.it. a partire dalle ore 12.00 del 25 febbraio 2019 e fino alle ore 18.00 del 12 aprile 2019.

Bando completo e maggiori informazioni su Regione.lazio.it.

Informazioni

Lazio Innova – Sede legale e operativa

Indirizzo: Via Marco Aurelio, 26/a – 00184 ROMA (RM)

Telefono: 06.605160 – Numero verde 800.989.796

Fax: 06.60516601

Email:
info@lazioinnova.it
lazioinnova@pec.lazioinnova.it

Sito web: http://www.lazioinnova.it

COPYRIGHT: www.informagiovaniroma.it

POR FESR, L’IMPRESA FA CULTURA

Promuovere i luoghi della cultura del Lazio attraverso l’uso di nuove tecnologie, scommettendo sulle potenzialità dell’innovazione collegata ai territori. E’ questo l’obiettivo del bando POR FESR, per il quale la Regione Lazio mette a disposizione 6.835.000 euro.

In particolare, il bando sostiene progetti di investimento finalizzati alla promozione del patrimonio culturale del territorio laziale, attraverso l’allestimento di spazi all’interno dei “luoghi della cultura” individuati, ubicati nel Lazio e volti:

  • alla promozione di eventi e performance artistiche, ossia azioni eseguite dal vivo o tramite media con carattere di interdisciplinarietà tra settori tradizionali e nuove tecnologie, con forte impatto innovativo;
  • al miglioramento del networking delle strutture interessate;
  • alla promozione di artisti e figure specializzate legate all’artigianato artistico e alle specificità produttive dei territori interessati;
  • all’attuazione di attività laboratoriali innovative, rivolte a diversi target di pubblico, legate alle tematiche dei luoghi della cultura prescelti, in funzione dell’allestimento di mostre temporanee nelle quali saranno esposti i prodotti realizzati.

I luoghi della cultura

I progetti di investimento dovranno riguardare gli ambiti/tematismi riferiti ai “luoghi della cultura”: musei, biblioteche e archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali. (art. 101 del D.lgs 42/2004, Codice dei Beni Culturali).

La Regione, al fine di concentrare ed ottimizzare le risorse e le azioni messe in campo, ha individuato i “luoghi della cultura” sui quali intervenire prioritariamente che:

a. ricadono nei sistemi di valorizzazione del patrimonio culturale regionale (Città d’Etruria, Ville di Tivoli, Città di Fondazione come luoghi del contemporaneo, Cammini della Spiritualità, Ostia Antica e Fiumicino, Via Appia Antica), come individuati nelle DGR nn. 385/2015 e 504/2016;

b. sono compresi nei sistemi museali e nei sistemi bibliotecari riconosciuti dalla Regione Lazio (L.R. 42/1997 e determinazione n. G15171/2018);

c. riguardano i beni culturali individuati nel programma di valorizzazione Art Bonus-Regione Lazio (Legge 29 luglio 2014, n. 106 e s.m.i. recepita con DGR n. 678 del 15 novembre 2016).

Pertanto, all’interno del criterio di priorità “Potenziali ricadute di filiera che ciascun tematismo ed ambito di azione propone”, è previsto un sottocriterio “Luoghi della cultura rientranti nella programmazione strategica regionale” con attribuzione di punteggio 0-3. Per “spazi culturali” si intendono gli stessi “luoghi della cultura” o loro parti, porzioni, pertinenze, succursali.

Beneficiari

Micro, piccole e medie imprese (PMI), in forma singola o aggregata, regolarmente costituite. I dossier di candidatura possono essere presentati anche da imprese in forma di aggregazioni stabili e non stabili.

Agevolazione

Consiste in un contributo economico a fondo perduto fino a un massimo dell’80% delle spese ammissibili e comunque non superiore a 200.000 euro per singolo progetto.

Presentazione delle domande

Il dossier di candidatura deve essere presentato esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito www.regione.lazio.it/sigem dalle ore 12,00 del 16 gennaio 2019 alle ore 12,00 del 30 aprile 2019.

Il periodo per l’esecuzione del progetto è fissato al massimo in 12 mesi che decorrono dalla data di sottoscrizione dell’Atto di impegno da parte del beneficiario del contributo.

Per informazioni

Area Arti Figurative, Cinema, Audiovisivo e Multimedialità

info.POR331b@regione.lazio.it

 

Gameplay & Interaction Programmer, sviluppare software per divertimento

Il corso Gameplay & Interaction Programmer, completamente gratuito e finanziato dalla Regione Lazio, intende favorire l’occupazione di persone inoccupate e disoccupate, attraverso la formazione di una figura professionale specializzata nella realizzazione di applicazioni video ludiche e nello sviluppo di software interattivi d’intrattenimento.

Il Gameplay & Interaction Programmer è un professionista capace di programmare e strutturare un prodotto video ludico interattivo con i vari elementi che lo compongono. Obiettivo della formazione sarà quindi quello di formare i partecipanti sugli attuali processi di sviluppo di prodotti video ludici interattivi. Saranno fornite solide basi di programmazione, funzionali ad un adeguato inserimento professionale nel settore e competenze utili a strutturare un percorso di sviluppo professionale a conoscere se stessi e la modalità di funzionamento all’interno di un gruppo di lavoro, quale è quello, ad esempio, del team di produzione all’interno del quale si troveranno ad operare.

Il corso è rivolto a disoccupati o inoccupati, maggiorenni, residenti o domiciliati da almeno sei mesi nella Regione Lazio, con almeno un diploma di scuola secondaria di secondo grado. Sarà data priorità ai diplomati nel settore informatico, ai laureati in triennale o specialistica con un profilo tecnico. Sono richieste inoltre una buona conoscenza della lingua italiana e della lingua inglese, una forte motivazione a portare a compimento il percorso formativo, un radicato interesse per i videogames e una naturale inclinazione per il pensiero logico. Sarà data altresì priorità alle donne.
Sono ammessi anche: lavoratori in mobilità, lavoratori subordinati o parasubordinati con reddito annuo lordo inferiore a 8000 euro, lavoratori autonomi con reddito annuo lordo inferiore a 4800 euro; devono essere maggiorenni e residenti o domiciliati da almeno sei mesi nella Regione Lazio. I candidati non comunitari devono possedere regolare permesso di soggiorno.

L’inizio del corso è previsto per la fine del mese di febbraio 2019 e si concluderà a dicembre 2019. La formazione d’aula si terrà presso AKT srl in via Giunio Antonio Resti, n. 71 Roma (vicino alla metro B Laurentina).

Il corso avrà una durata complessiva di 821 ore e si svilupperà attraverso 4 azioni:

  • fase di orientamento (6 ore)
  • fase di formazione in aula (560 ore)
  • stage (240 ore)
  • fase di accompagnamento al lavoro (15 ore).

Alla fine del corso è previsto il rilascio di un Attestato di Qualifica Professionale in conformità agli standard di cui all’art. 6 del D.lgs 16 gennaio 2013, n. 13, valido sul territorio nazionale ed europeo.

Per partecipare alle selezioni bisogna compilare il modulo online sul sito dedicato entro il giorno 13 febbraio 2019.

Tutti i dettagli su Aktsrl.com.

copyright: www.informagiovaniroma.it

L’École nationale supérieure d’arts de Paris Cergy (ENSAPC) è a caccia di un direttore (che parli francese)

L’École Nationale Supérieure d’Arts de Paris-Cergy (ENSAPC) è una pubblica istituzione di alta formazione artistica che opera sotto l’egida del Ministero della Cultura e dove si conseguono diplomi  master e lauree in materia artistica. Il personale insegnante è formato da artisti, scultori, musicisti, correografi, danzatori, scrittori,  filmmakers, curatori, filosofi, ricercatori e professionisti nel campo della creatività e dell’innovazione.

L’ENSAPC sta aprendo una nuova sede in Aubervilliers. Sarà uno spazio aperto a nuove sperimentazioni e ricerche e training professionali.

Il candidato ideale al posto di direttore  dovrà essere un professionista attivo nel settore  artistico contemporaneo con elevate competenze in campo relazionale e manageriale, in grado di motivare un team multidisciplinare con l’obiettivo di sviluppare progetti in ambito artistico sperimentale. Sono richieste inoltre una alta formazione in campo educativo e di ricerca oltre a un’ottima conoscenza del francese e dell’inglese parlato e scritto.

Scadenza il 30 marzo 2019

Work site: Ecole Nationale Supérieure d’Arts de Paris-Cergy, 2 rue des Italiens, 95000 CERGY, France

Tutti i dettagli su https://www.ensapc.fr/wp-content/uploads/2019/01/Job-Director-ENSAPC.pdf

 

 

 

Premio Speciale Turismo Accessibile

Un premio speciale dedicato al Turismo Accessibile, perché è importante che il viaggio, il sogno sia fruibile e raggiungibile a tutti i viaggiatori indipendentemente dalle condizioni sociali e personali. L’unico premio su candidatura, il cui vincitore verrà decretato da una giuria selezionata.

Il premio “alla migliore esperienza senza barriere”, introdotto nel 2018, è dedicato a tutte quelle realtà che quotidianamente si impegnano in favore dei viaggiatori disabili.

Unico riconoscimento su candidatura,  assegnato da una giuria di professionisti, il premio è dedicato al turismo accessibile perchè è  importante che il viaggio sia fruibile e raggiungibile da tutti i viaggiatori indipendentemente dalle condizioni sociali e personali.

Caratteristiche ed oggetto della manifestazione: la partecipazione alla manifestazione è rivolta a tutte le associazioni, gli enti, le istituzioni, i comuni, le regioni ed agli operatori turistici che hanno realizzato iniziative importanti per l’accessibilità ai servizi turistici permettendo una vacanza senza ostacoli e difficoltà. Per partecipare è necessario inviare una descrizione dettagliata dell’iniziativa realizzata scegliendo tra:

  1. Un programma o un itinerario di viaggio accessibile;
  2. Un progetto accessibile rivolto alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale;
  3. Una struttura ricettiva che facilita le attività rivolte ai disabili;
  4. Un progetto che assicuri alle persone con esigenze speciali la fruibilità del trasporto, della mobilità, della ristorazione e del tempo libero.

La descrizione dovrà essere accompagnata, laddove possibile, da video, fotografie, testimonianze dei fruitori e dei familiari dei disabili. Potranno essere indicati se esistenti i mezzi con i quali l’iniziativa è stata pubblicizzata.

Modalità di partecipazione alla manifestazione: ogni partecipante dovrà presentare uno o più dei detti progetti realizzati, compilando la scheda di partecipazione sotto indicata.

Criteri di valutazione: una giuria di professionisti valuterà i progetti inviati premiando il più significativo sulla base dei seguenti parametri:

  1. Originalità (punteggio: 40/100);
  2. Coinvolgimento (punteggio 25/100);
  3. Replicabilità su base nazionale (punteggio 15/100);
  4. Funzionalità (punteggio 20/100).

Premio:  riconoscimento da parte di Italia Travel Awards e 2 posti per partecipare alla  straordinaria serata di premiazione.

Trattamento dei dati Personali: i dati acquisiti dagli organizzatori verranno utilizzati esclusivamente per finalità connesse alla presente manifestazione.

https://www.italiatravelworld.it/awards/pagina/premio-speciale-turismo-accessibile