VOILA’ IL NUOVO BANDO DELLA CREATIVITA’

È stato presentato all’Oratorio del Gonfalone di Roma dall’assessore allo Sviluppo Economico, Gian Paolo Manzella, il Fondo per la Creatività 2019. Si tratta della quarta edizione del bando regionale pensato per sostenere la nascita e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative (in particolare nei settori dell’audiovisivo, delle tecnologie applicate ai beni culturali, dell’artigianato artistico, del design, dell’architettura, della musica e, novità di quest’anno, della comunicazione e del gaming) cofinanziandone i costi di avvio e di primo investimento.

All’evento erano presenti anche il presidente di Unioncamere Lazio, Lorenzo Tagliavanti, e tre creativi i cui progetti sono stati tra i vincitori delle precedenti edizioni del bando: Chiara di Cillo, di Portatelovunque, una startup romana attiva nel campo degli accessori di abbigliamento in chiave di economia circolare, Maurizio Bucci di Liutertec, un’impresa anch’essa romana che offre servizi di avanguardia per i possessori di strumenti musicali rari e di alta fattura, e Luisa Tibaldi, di Terra Mia, realtà di Santi Cosma e Damiano che ha rilanciato l’utilizzo della stramma, una pianta tradizionale del territorio aurunco, a fini tessili. Alla fine dell’evento Alberto Castelvecchi ha tenuto una lectio magistralis sul tema: “Siamo tutti Millennials: creatività e innovazione nell’impresa”.

Il bando presentato, che aprirà il 25 febbraio prossimo, ha un importo complessivo di 796.000 euro e concederà contributi a fondo perduto fino a un massimo di 30.000 euro. Destinatari sono imprese (e liberi professionisti) costituite da meno di 2 anni (questa è una novità di questa edizione, prima il limite era di 6 mesi) o da costituire entro 90 giorni dalla data di comunicazione della concessione del contributo.

Sono previste delle premialità per progetti con soci che abbiano meno di 35 anni o più di 50 anni e siano disoccupati, inoccupati o precari o, comunque, senza redditi di lavoro o pensione e per – novità di questa edizione – progetti che prevedano la collaborazione tra settori tradizionali e settori creativi, la collaborazione tra più settori creativi o che siano di innovazione o inclusione sociale o di sostenibilità ambientale.

 

Lavoro a New York al museo del Sex

A Manhattan, dove batte il di cuore di New York, nella Fith Avenue, da qualche anno ha paerto un museo particolare, senza precedenti nella storia dei musei; il suo intento è preservare e presentare l’evoluzione e il significato culturale della sessualità umana.

La commissione scientifica è composta da eminenti studiosi e storici, nonché collaborazioni istituzionali con Il Centro per lo studio del genere e della sessualità della New York University, la Planned Parenthood Federation of America, la New York Historical Society e il Lower East Side Tenement Museum, i quali hanno contribuito a rendere il Museum of Sex una delle istituzioni più dinamiche e innovative al mondo.La collezione permanente del Museo conta di oltre 20.000 reperti comprendenti opere d’arte, fotografia, abbigliamento e costumi, invenzioni tecnologiche e oggetti storici. Inoltre, il museo ospita sia una biblioteca che una vasta libreria multimediale.

In breve tempo, il Museo ha ricevuto attenzione da istituzioni accademiche, media e celebrità, posizionandosi nel regno del mondo accademico e della cultura pop.

Oggi offre nuove opportunità di lavoro: una nuova e sicuramente singolare avventura lavorativa a New York, oltre la cassiera e il contabile anche l’interior designer qualificato per lavorare direttamente con il direttore creativo su tutti gli aspetti del design delle mostre. Requisiti di lavoro: laurea triennale in Interior Design o settore simile; esperienza pratica e comprensione del processo di progettazione e costruzione; capacità di gestione del tempo e capacità di lavorare in un ambiente frenetico; attenzione ai dettagli; AutoCad, SketchUp, Adobe Suite.

Altre offerte di lavoro:

 

  • Retail Sales Associate (weekends)
  • STK: Runner
  • Visitor Services Attendant

tutte le info su https://museumofsex.bamboohr.com/jobs/

copyright:www.circuitolavoro.it

Oltre il corto Italia-Sudafrica 2019

Oltre il corto Italia-Sudafrica, giunto alla seconda edizione, è un concorso promosso dal Centro di Documentazione della Ricerca Artistica Contemporanea Luigi Di Sarro che si rivolge a giovani artisti attivi nel campo della video arte. Il progetto è realizzato con il contributo dell’Istituto Italiano di Cultura di Pretoria, del Centro Di Sarro e del Festival Internazionale del Cortometraggio cortoLovere e si avvale della collaborazione organizzativa dell’associazione sudafricana Rainbow Media NPO.

Possono partecipare: Artisti emergenti che risiedono nei Paesi coinvolti, nati entro il 1974 (45 anni).

Le video opere originali dovranno essere state realizzate entro i due anni precedenti al presente bando. Tema del bando è Interconnessioni: memoria e identità.

I primi cinque finalisti di entrambi i paesi partecipanti parteciperanno ad una collettiva che sarà realizzata prima in Italia e poi in Sudafrica. Al primo classificato tra i finalisti italiani sarà assegnato un premio consistente in un viaggio di sei notti in hotel in Sudafrica per partecipare alla premiazione in aprile 2019. Al primo classificato tra i finalisti sudafricani sarà assegnato un premio consistente in un viaggio e sei notti in hotel in Italia per partecipare alla premiazione in settembre 2019. I video finalisti e vincitori saranno conservati presso la collezione del Centro Luigi Di Sarro.

Modalità di partecipazione
La candidatura deve essere inviata entro il 28 febbraio 2019 a progetti@centroluigidisarro.it in un’email con oggetto VAA II EDITION CALL.

Bando completo su Centroluigidisarro.it.

Informazioni

Sito web: http://www.centroluigidisarro.it

copyright: www.informagiovaniroma.it

MOVIN’UP 2019

Sostenere il lavoro dei giovani artisti italiani, favorendone lo scambio con realtà culturali di tutto il mondo, attraverso borse di studio mirate è ancora l’obiettivo di Movin’up, il programma di mobilità artistica giovanile a livello internazionale che giunge quest’anno alla ventesima edizione. Creato, infatti, nel 1999 dal GAI – Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, a partire dal 2003 si attua insieme con le Direzioni Generali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali competenti per le diverse discipline artistiche e fin dalla sua prima edizione ha favorito la partecipazione di giovani creativi (di età compresa tra i 18 e i 35 anni) ad esperienze di produzione, formazione, circuitazione, residenza presso istituzioni estere capaci di offrire reali opportunità di crescita artistica e professionale: il programma ha, così, permesso di sostenere ad oggi 794 su 2.573 progetti presentati per un totale di oltre 1.300 artisti nelle diverse discipline delle arti visive, architettura, design, grafica, musica, cinema, video, teatro, danza, performance, scrittura. Per celebrare questi primi vent’anni di attività, il concorso è ritornato potenziato da alcune novità.

Per questa XX edizione, dedicata all’Area Spettacolo e Arti Performative, la consolidata partnership tra MiBAC – Direzione Generale Spettacolo e Associazione GAI si è ampliata con l’ingresso in Convenzione di GA/ER Associazione Giovani Artisti dell’Emilia-Romagna, permettendo una maggiore adesione territoriale ai programmi e un potenziamento delle azioni”, spiega Paola Picca Garin, Responsabile Progetti Speciali e Comunicazione GAI. “In tal senso, le principali novità del Bando ‘Movin’Up Spettacolo – Performing Arts 2018/2019’ – per le discipline musica, teatro, danza, circo contemporaneo – riguardano il potenziamento del budget con l’introduzione di Premi dedicati per candidature di artisti e artiste secondo due specifici criteri: provenienza e destinazione. Il supporto mirato permetterà di intervenire maggiormente secondo due Focus: uno nazionale, riservato a candidature della regione Emilia Romagna, e uno internazionale per progetti nell’Area Asiatica e nell’Area Mediterranea/Nord Africa”. Il budget a disposizione della Commissione per l’assegnazione dei finanziamenti della Sessione Unica 2018/2019 ammonta complessivamente a 30mila euro, mentre quello complessivo a disposizione per l’assegnazione dei Premi dedicati, previsti dai due Focus 2018/2019, ammonta rispettivamente a: 5mila euro per il Focus Territoriale Regione Emilia Romagna; 10mila euro per il Focus Internazionale Area Asiatica E Area Mediterranea/Nord Africa.

Requisiti di ammissione

Il concorso è aperto ad  artisti che operano con obiettivi professionali nell’ambito dello Spettacolo e delle Arti Performative , rispondenti ai requisiti in elenco: età compresa tra i 18 e i 35 anni (nati tra il 1° gennaio 1984 e il 1° gennaio 2001) – nel caso di gruppi, tutti i candidati devono rispettare il criterio di nazionalità/residenza rientrando nella fascia d’età indicata La domanda di partecipazione deve essere presentata direttamente dall’artista o, in caso di gruppo, da uno dei componenti quale referente.

 

Sessione Unica 2018/2019 – scadenza lunedì 11 marzo 2019 ore 12.00 (ora italiana)

copyright: www.artribune.com

Eureka! – Roma 2019, il boom della scienza

progetti culturali di divulgazione scientifica da realizzarsi durante la prossima stagione primaverile

Il Dipartimento Attività Culturali di Roma Capitale  intende selezionare proposte progettuali inerenti il tema scientifico destinate alla composizione del ciclo di programmazione Èureka! – Roma 2019

Attraverso l’approfondimento di grandi temi della ricerca scientifica, così come di elementi caratterizzanti la vita quotidiana, l’intento è quello di favorire e promuovere la conoscenza delle discipline scientifiche e del patrimonio scientifico della città, oltre che l’attivazione di un dialogo tra il mondo della cultura scientifica e la cittadinanza e l’offerta a una platea vasta, di strumenti di analisi fondamentali per un progresso consapevole.

L’Avviso Pubblico prevede l’attribuzione di vantaggi economici diretti ed indiretti con uno stanziamento complessivo di 500.000,00 euro per i contributi economici. La proposta progettuale deve riguardare il periodo ricompreso tra il 15 aprile al 2 giugno 2018.

Al fine di stimolare la diffusione della cultura sull’intero territorio di Roma Capitale, l’Amministrazione intende favorire la realizzazione di almeno un’attività rientrante nel programma “Éureka! – Roma 2019” in ciascuno dei quindici Municipi di Roma Capitale; pertanto, sulla base delle progettualità risultate idonee all’esito dell’esperimento dell’Avviso Pubblico, sarà prioritariamente composto un elenco di proposte progettuali suddiviso per singoli Municipi.

Il bando su: https://www.comune.roma.it/web-resources/cms/documents/eureka2019pdf.pdf

Scadenza per la presentazione delle proposte: ore 12.00 del giorno 11 marzo 2019.